Rai.it
Rai Libri

Quelle "note" tra la Luna e Marte

Bruno Vespa racconta la conquista dello spazio

“Io in fondo sono un cercatore di note, quelle a piè di pagina”: parola di Bruno Vespa che - sul palco Rai del Salone del Libro di Torino - dove, intervistato dall’ Ad di Rai Com Monica Maggioni, presenta “Luna” la sua nuova fatica letteraria, edito da Rai Eri. Le sue di note non sono quelle sullo spartito, ma quei piccoli richiami a fine pagina che forniscono al lettore informazioni, esempi, chiarimenti e retroscena. Soprattutto questi ultimi sono il fulcro del libro che racconta lo sbarco sulla Luna. “Un'indimenticabile avventura dell’uomo” che senza i retroscena svelati da Vespa non sarebbe la stessa. Lui è andato oltre e raccontato la vera storia attraverso le persone. Protagonisti tra luci e ombre. Un racconto che “attraverso le 3 personalità degli astronauti, così diversi tra loro, ci fa vivere questa grandissima storia anche nelle piccole cose di tutti i giorni, comprese le loro manie e superstizioni”. Lui però non si ferma qui e svela particolari inediti che arrivano fino alla stanza Ovale della Casa Bianca dove Kennedy, anni prima, aveva deciso che tra le priorità dell’America c’era la corsa alla Luna. Il racconto di Vespa prosegue e riporta tutti negli anni della guerra fredda, parla di Gagarin, di Krusciov e degli astronauti americani, che tornati sulla terra, fanno un tour “promozionale” in giro per il mondo. Poi chiude indicando la prossima scommessa per l’uomo: “Tra un po’ andare sulla Luna sarà come andare in settimana bianca, il vero viaggio sarà quello per Marte”.