Caterina Stagno

Responsabile nucleo Inclusione Digitale

Ruolo e responsabilità

Responsabile nucleo Inclusione Digitale

Esperienza

Nata a Roma nel 1962, laureata in Economia e Commercio, giornalista pubblicista. Nel 1986 muove i primi passi nell'ambito della comunicazione e delle pubbliche relazioni fondando la società "Promise" che progetta e realizza le campagne di comunicazione di Società, Associazioni, Enti. Collabora con la Rai per i programmi, "Colosseum" e "Italia Sera". Nel 1991 è capo ufficio stampa del Ministero del Bilancio. Nel 1993 è addetto stampa del Ministro delle Finanze. Nel 1995 viene incaricata dall'Unione Europea e dal Ministero dei Lavori Pubblici di progettare la comunicazione associata all'utilizzo dei Fondi Strutturali Europei in materia di risorse idriche. Nel 1998 è autrice e conduttrice per Telemontecarlo del programma di economia "Soldi Soldi". Nel 1999 con Telecom Italia sperimenta l'utilizzo delle piattaforme social C6 e Atlantide dal mezzo del Mar Mediterraneo e l'utilizzo di apparecchi innovativi (Scotty, Inmarsat Mini-M e Inmarsat B) e soluzioni applicate alla Tv (trasmissione immagini in diretta al Tg1 e Superquark dal Mediterraneo"), al web e alla ricerca. Nel 1999 collabora con Rai per i programmi "Made in Italy" e "La vita in diretta", come autrice, conduttrice e inviata. Dal 2002 collabora al programma "La Storia siamo noi" come autrice, regista e conduttrice di documentari (tra i tanti "Sergio Zavoli", "Il caso Tortora", "Alighiero Noschese, ladro di anime", "Mia Martini, storia di una voce", "Gli angeli di San Giuliano", "Tutto Totti", "Vallanzasca", "Fiorello"). Nel 2008 partecipa alla creazione del canale tematico Rai Storia per il quale, in occasione dei quarant'anni dell'uomo sulla Luna è autrice e conduttrice di una maratona televisiva. Dal 2010 al 2013 è autore e conduttore del programma "Dixit stelle". Fa parte del gruppo di Rai Educational e Rai150 per i programmi "La Storia siamo noi" e "Dixit" in veste di autrice, regista, conduttrice. Cura i rapporti con artisti, consulenti ed esperti e collabora all'ideazione di nuovi format e linguaggi. E' autore e conduttore del programma "L'Altra, la TV d'autore di Renzo Arbore" trasmesso da Rai1. Nel settembre 2013 viene assunta in Rai, in qualità di dirigente, nell'ambito della Direzione Staff del Direttore Generale con l'incarico di responsabile di "Rai Expo 2015". In tale veste ha il compito di creare, avviare e guidare la start up della struttura editoriale multipiattaforma e crossmediale finalizzata a promuovere Expo2015 e il suo tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita". La struttura, aprirà un sito in otto lingue e, in collaborazione con le ingegnerie Rai, sperimenterà il primo portale Rai in lingua cinese, con server in Cina, e sperimenterà il T3, l'archivio unico digitalizzato delle immagini di Rai, la realizzazione delle prime riprese a 360 gradi, e nuove soluzioni editoriali per tecnologie sperimentali tra cui l'LTE Multicast. Contestualmente, nel 2014, è responsabile del progetto editoriale Rai "Di Europa si deve parlare" in occasione del Semestre italiano di Presidenza dell'Unione Europea. Nel dicembre 2016 viene nominata responsabile del nucleo "Inclusione Digitale" a diretto riporto del Chief Digital Officer. A luglio 2019 l nucleo è collocato alle dirette dipendenze del Direttore Generale Corporate.