Rai Movie

Speciale Nastri d'Argento 2021

30 giugno 2021

di Redazione Rai Movie30 giugno 2021 ore 09:35
Tanti volti noti e una lunga dichiarazione d’amore per il cinema nella serata di festa per i 75 anni dei Nastri d’Argento, il Premio del Sindacato dei Giornalisti Cinematografici Italiani, che inizia al MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, e si conclude nello splendido Teatro Antico di Taormina, dove Luca Manfredi consegna il Premio intitolato a suo padre a Massimo Ghini, l'attore che il grande Nino considerava il suo erede.

Questo e tanto altro mercoledì 30 giugno alle 22.50, nello speciale di Rai Movie dedicato al prestigioso premio. È la Presidente del Sindacato dei Giornalisti, Laura Delli Colli, a guidarci, tra le scelte dei giornalisti, in quest’anno di cinema così particolare. "Miss Marx" di Susanna Nicchiarelli è 'film dell’anno' dei Nastri, premiato anche per la produzione italiana, per i costumi di Massimo Cantini Parrini e per la musica dei Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo. Emma Dante viene premiata come migliore regista per "Le sorelle Macaluso", pellicola che si aggiudica anche il premio come migliore produzione dell'anno.
Nastro Europeo a Colin Firth e migliore colonna sonora a Stefano Bollani per "Carosello Carosone". ‘Cameo dell’anno’ a Giuliano Sangiorgi, per la prima volta sullo schermo in "Tutti per 1 - 1 per tutti" di Giovanni Veronesi.
Molto cinema giovane tra i riconoscimenti dei giornalisti tra cui l’esordiente Ludovica Francesconi protagonista di "Sul più bello". Premi di “prime volte”, sottolinea Laura Delli Colli, anche se non è la prima volta per Renato Pozzetto, che un nastro lo aveva vinto in passato come attore comico, ma convince e vince come attore drammatico in "Tutto parla di lei" di Pupi Avati.
Non è il primo nastro per Kim Rossi Stuart premiato per "Cosa Sarà" (anche miglior sceneggiatura per Francesco Bruni) e neppure per Elio Germano che ritira il premio come miglior attore insieme a Matteo Rovere e Sidney Sibilia premiati per "L’isola delle rose" riconosciuta come la miglior commedia.

È la prima volta per un poker di attrici: Teresa Saponangelo come protagonista de "Il buco in testa" e Sara Serraiocco miglior attrice non protagonista con "Non odiare" e in ex aequo per la commedia con Miriam Leone per "L’amore a domicilio" e Valentina Lodovini per "10 giorni con Babbo Natale".
Viene assegnato per la prima volta un Nastro di Platino ed è per Sophia Loren, protagonista della "Vita davanti a sé". L’opera di Edoardo Ponti riceve anche il Nastro come miglior canzone originale, prima volta per Laura Pausini con il brano “Io si (Seen)”. "I predatori" di Pietro Castellitto riceve il Nastro come migliore opera prima e miglior attore con Massimo Popolizio.

Altre news