Junior Eurovision Song Contest 2019: Italia settima con Marta Viola

25 novembre 2019 ore 12:36
La Polonia con il brano “Superhero” interpretato da Viki Gabor ha vinto la 17° edizione dello Junior Eurovisione Song Contest. Settimo posto per l’Italia, rappresentata dalla cantante Marta Viola, che ha interpretato il brano “La voce della terra”. 
La manifestazione, che si è svolta in Polonia, è stata seguita in diretta da Rai Gulp, canale della direzione Rai Ragazzi che da sei anni cura il progetto editoriale e canoro della manifestazione organizzata dall'Unione Europea di Radiodiffusione. L’appuntamento è stato commentato in diretta da Mario Acampa e da Alexia Rizzardi, che ha interagito con  il pubblico da casa: migliaia i messaggi e i commenti ricevuti sui social network con gli hashtag #JESC2019 e #sharethejoy, che si sono ben posizionati tra i trend topic della giornata.
 La Polonia, paese organizzatore, ha trionfato a sorpresa, bissando così la vittoria ottenuta lo scorso anno. La giovane cantante Viki Gabor ha ottenuto 278 voti, precedendo il Kazakhistan (227 voti) e la Spagna (212 voti). Buon piazzamento per l’Italia, che con Marta Viola, 10 anni, di Chiari (Torino), ha riconfermato il settimo posto dello scorso anno con 129 voti, di cui 65 ottenuti dalle giurie tecniche che hanno votato nei 19 paesi in gara, e 64 dal voto popolare. Il brano “La voce della terra - The voice of the Earth” (musica di Franco Fasano e Marco Iardella e testo di Emilio Di Stefano e Fabrizio Palaferri, edito da Rai Com Edizioni Musicali), rappresenta pienamente uno dei temi molti sentiti dai ragazzi, ovvero quello dell’ecologia.
 

Altre news