PAPÀ UCCIDI IL MOSTRO

Un uomo solo, in una casa vuota e dall'atmosfera sospesa, come in attesa di qualcosa, comunica col figlio malato, perso in un lontano lettino d'ospedale. Dietro i vetri delle finestre, nuvole gravide di pioggia si confondono col grigio plumbeo dell'Italsider di Taranto, madre assassina e Medea d'acciaio. Sul letto una valigia, per una partenza imminente. O forse no.

Torna su