Mai Arrendersi

#MaiArrendersi è il motto del Colonnello del Ruolo d'Onore dell'Esercito Italiano, Carlo Calcagni. Un campione sportivo e atleta del Gruppo Paralimpico della Difesa. Ma soprattutto un eroe dei nostri tempi che quest'estate ha portato a termine la sfida ciclistica "l'everesting10k" e l'impresa "epica"del Monte Grappa. Ex paracadutista, pilota e istruttore dell'esercito, nel corso di una missione di peacekeping in Bosnia, viene contaminato da sostanze tossiche. Un nemico invisibile che ha colpito oltre mille soldati italiani di cui 400 hanno già perso la vita. Da allora il colonnello Calcagni è costretto a sottoporsi ad invasive terapie farmacologiche. Oggi la sua diagnosi è di malattia multiorgano, neurodegenerativa, cronica, progressiva e irreversibile. Nel suo corpo sono stati trovati 28 metalli pesanti tra cui due radioattivi: 22mila volte oltre i valori di riferimento. I medici del Breakspear Medical di Londra ritengono che la vita di Carlo sia un miracolo. Il colonnello Calcagni è un esempio nel mondo del valore italiano e di quanto la forza di volontà riesca persino a ingannare la morte, facendosela amica per costringerla a restare sempre un passo indietro rispetto alla vita. Settore Sport.

Torna su