"Essere Leonardo da Vinci, un'intervista impossibile", il film di Massimiliano Finazzer Flory

“Essere Leonardo Da Vinci - Un’intervista impossibile” è un film di Massimiliano Finazzer Flory. Una produzione Movie&Theatre in collaborazione con Rai Cinema con il patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 500 anni della morte di Leonardo da Vinci. “Essere Leonardo Da Vinci - Un’intervista impossibile”, dal 19 aprile in anteprima al Cinema Odeon di Firenze, è un progetto realizzato con un approccio insolito che riporta sullo schermo la lingua del Rinascimento, trasformando in spettacolo il pensiero e le parole di Leonardo da Vinci.

Premiato negli USA come: Winner Best Indie Filmmaker – New York Film Awards 2019; Winner Best Actor - Actors Awards Los Angeles January 2019; Winner Honorable Mention: Narrative Film - Los Angeles Film Awards 2019; Winner Best Narrative Feature - Festigious International Film Festival 2019 Los Angeles. Selezionato al: Accolade Global Film Competition e al Miami Independent Film Festival.
 


Un film unico nel suo genere dedicato a Leonardo da Vinci in occasione dei 500 anni della scomparsa del genio universale dove set e opere d’arte sono tutti autentici dalla casa natale di Leonardo a Vinci fino allo Château Royal d'Amboise e la dimora dove Leonardo è scomparso a Clos-Lucé e ancora a Vigevano le Scuderie, le Sotterranee, la Strada coperta, il Castello. A Milano: San Sepolcro, la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, gli “Orti di Leonardo”, la Sacrestia del Bramante, il Castello Sforzesco, la Sala delle Asse, l’Archivio di Stato dove è stato girato l’unico l’autografo di Leonardo esistente al mondo. Infine alle cascate dell´Acquafraggia studiate dal genio. E naturalmente Firenze con la Basilica di Santa Maria Novella e l’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella per mettere in scena il Leonardo botanico.

Girato tra Stati Uniti, Francia e Italia l’incredibile make-up del volto di Finazzer e una recitazione coreografica che incarna il corpo di Leonardo ci restituisce non solo la sua storia ma anche in termini registici e di questo forse uno dei valori più importanti dell’opera l’influenza di Leonardo anche nella nostra estetica cinematografica. Un'icona universale, 500 anni dopo la sua morte. Un film che tiene insieme l'originalità linguistica attraverso il linguaggio del Rinascimento e la qualità tecnologica del nostro tempo.

Breve sinossi
Due giornalisti, di New York e Milano ignari l’uno dell’altro, per i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo sono alla ricerca di uno scoop. Vedono opere e attraversano i luoghi del Genio tra paesaggi e misteriosi incontri. A Firenze per la prima volta durante uno spettacolo in costume tra frati, turisti e sbandieratori si trovano tracce inaspettate. A Milano si scopre un documento per scoprire chi era Leonardo Uomo attraverso un esame scientifico. Giungono nella sua ultima dimora a Clos Lucé e incontrano davvero Leonardo. Viene concessa l’intervista. Le parole del Genio sono autentiche in lingua rinascimentale. Alla fine Leonardo fugge tra i sotterranei tornando a Vigevano e svelandosi ai personaggi più importanti della sua storia dove racconta…