Paradisi romani

AGGIORNAMENTO DEL 15/11/2015

Leggi Tutto

(collaborazione di Greta Orsi)

Per anni oltre 2500 imprese nella Capitale avevano stabilito la propria sede legale in indirizzi virtuali, istituiti nel 2002 dal Comune di Roma solamente per consentire a persone senza fissa dimora di avere documenti d’identità e assistenza sanitaria. Qui sono finite invece anche aziende attive nel settore del commercio, delle attività produttive e migliaia di amministratori di società, che di fatto si sono resi irreperibili, sfuggendo ad ogni controllo. Persino la mensa della comunità di Sant'Egidio risulta sede di molte aziende. Il bubbone è esploso un anno fa.

Paradisi romani - Aggiornamento del 15/11/2015: Arsenico e il vecchio boss

Report torna a occuparsi delle casette dell’acqua dell’azienda legata a Felice Maniero. A giugno avevamo scoperto che in una residenza fittizia per senzatetto si nascondeva l’ex boss della mala del Brenta, che faceva affari con gli enti locali piazzando casette che erogavano acqua. Dopo l’inchiesta il Comune di Fonte Nuova, in provincia di Roma, ha chiesto alla Asl competente di effettuare un’analisi dell’acqua dopo il trattamento effettuato dall’azienda dell’ex boss. Il risultato è stato sorprendente: l’acqua superava i limiti di legge per l’arsenico. Secondo la Asl nessuno l’ha avvisata dell’installazione dell’impianto di acqua filtrata, nonostante la legge preveda l’obbligo di comunicazione agli organi di controllo. L’azienda di riferimento di Felice Maniero ha piazzato apparecchi per l’acqua filtrata anche nelle scuole pubbliche di altri comuni, ma per anni nessuno ha controllato la qualità, e così negli erogatori presenti nelle scuole sono state trovate addirittura larve di zanzara. Altri impianti di trattamento poi sono stati sospesi perché, a giudizio dei sindaci, non furono effettuate le manutenzioni previste dai contratti.
 

Paradisi romani - Aggiornamento del 15/11/2015

DOWNLOAD(PDF)

Paradisi romani - Aggiornamento del 07/06/2015

Dopo l’inchiesta sugli indirizzi fittizi a Roma, Report torna ad occuparsi delle vie istituite per dare un domicilio e i servizi ai senzatetto. A Campolongo Maggiore, un piccolo paese vicino Venezia, nell’elenco dei residenti presso la via della casa comunale c’è anche un inventore di brevetti depositati presso il Ministero per lo sviluppo economico. Il senza fissa dimora ha anche una procura che gli consente di avere poteri quasi illimitati sulle operazioni di una società che svolge servizi idrici per i comuni e che si vanta, unico caso nel settore, di avere il patrocinio del Ministero per le Politiche Agricole. Ma l’identità del senzatetto nasconde una sorpresa. 
 

Paradisi romani - Aggiornamento del 07/06/2015

DOWNLOAD(PDF)

Paradisi romani - Aggiornamento del 17/05/2015

Torniamo su una storia che avevamo raccontato qualche settimana fa, una storia che è in sviluppo e riguarda gli indirizzi fittizi dati dal comune di Roma ai senza fissa dimora per permettergli di avere la carta d’identità.

Paradisi romani - Aggiornamento del 17/05/2015

DOWNLOAD(PDF)

Paradisi romani - Aggiornamento del 03/05/2015

Un breve aggiornamento su una storia che avevamo raccontato due settimane fa e che riguardava il comune di Roma che sicuramente è saturo di indirizzi fittizi, ovvero di indirizzi dati ai senzatetto per permetter di avere una carta di identità. E poi si è scoperto che su questi indirizzi abitavano migliaia di società e di amministratori.
 

Paradisi romani - Aggiornamento del 03/05/2015

DOWNLOAD(PDF)