Linee guida Direzione Documentari Rai

La Direzione Documentari ha come missione la produzione, coproduzione acquisto e preacquisto di documentari in tutte le sue forme, linguaggi, tematiche allo scopo di alimentare i palinsesti di tutte le reti e piattaforme RAI, in accordo con la Direzione Distribuzione, e far crescere e sviluppare il genere con effetti di miglioramento sistemico sull'intera filiera.

I documentari arricchiscono la vita delle persone e hanno la caratteristica peculiare di coinvolgere e collegare il pubblico, trasformare le comunità, migliorare nel suo complesso la società. I documentari sono un genere identitario per antonomasia per rappresentare al meglio l'idea stessa di Servizio Pubblico.

L'ampliamento dei canali di distribuzione, alle modalità di consumo, il documentario ha sviluppato, accanto alla varietà di temi, una ricca gamma di formati e linguaggi adatta ad ogni fascia di pubblico.

Rai Documentari si pone al crocevia di questa varietà di mondi narrativi per sviluppare narrazioni anche su temi inediti e linguaggi innovativi con particolare attenzione allo sviluppo di una rete ampia ed equilibrata di rapporti con il mondo produttivo nazionale, internazionale, utilizzando e valorizzando appieno la propria forza editoriale interna.


Il quadro generale del settore

La creazione di Rai Documentari risponde alla volontà della RAI espressa nel Piano Industriale e nel Contratto di Servizio, di rafforzare la propria presenza in un settore sempre più apprezzato dal pubblico, contribuendo nel contempo allo sviluppo della filiera produttiva nazionale in piena sinergia con tutti gli stake-holders.

Il momento è particolarmente propizio: lo testimoniano gli investimenti nel settore da parte delle maggiori piattaforme digitali e la massiccia presenza del genere documentario nei palinsesti dei nostri omologhi public broadcaster europei. A titolo di esempio la consistente produzione in quantità e qualità nel sistema audiovisivo francese (quasi due mila ore di produzione annuale), indicano quanto sia serio e consolidato l'impegno dell'industria audiovisiva d’oltralpe.

Altro protagonista importante nel settore documentari in Europa, è la Commissione Europea con il programma Creative Europe, EURIMAGES, soprattutto nel contribuire all'avvio di progetti cross nazionali.

Più in generale la rete dei finanziamenti pubblici, nazionali e regionali, in Europa influenza non poco il mercato con il quale occorre interagire e cercare compatibilità


La Strategia

Rai Documentari intende avviare una strategia per steps progressivi sulla base di un progetto pluriennale, che passo dopo passo appunto, porti alla valorizzazione di questo genere.

Questa Direzione si propone come agenzia di razionalizzazione delle risorse, valorizzazione delle professionalità e delle capacità produttive, interne e esterne all’azienda. Pensiamo a un racconto della realtà che incroci le migliori esperienze e visioni della scienza, della accademia, della imprenditoria e della cultura del Paese. Che sappia rappresentare con coraggio e assertività fenomeni sociali, economici, culturali. Un formidabile strumento di diffusione e condivisione della conoscenza per favorire lo sviluppo e la crescita del sistema di produzioni audiovisive indipendenti, italiane ed europee, promuovendone l'efficienza e il pluralismo, nonché la ricerca di nuovi modelli produttivi e di nuovi linguaggi anche multimediali.

In questo quadro la discesa in campo della RAI con questa Direzione si pone l'obiettivo di utilizzare appieno la capacità editoriale, produttiva, la credibilità, il capitale sociale e professionale interno e esterno all'Azienda. Ottimizzare le risorse a disposizione, valorizzare il considerevole patrimonio in archivio, favorire lo sviluppo di progetti di più ampio respiro e potenzialità internazionali sono alcuni dei nostri obiettivi prioritari.

Rai Documentari punta a costruire un sistema di produzione efficiente e performante che coniughi i talenti e le professionalità di risorse interne con quelle proveniente da produttori indipendenti con piena collaborazione di filiera con le consociate RAI.

L'obbiettivo è costruire una factory di prodotto che alimenti una library di diritti di alto livello, capace di alimentare il palinsesto delle generaliste e tematiche anche attraverso accordi di coproduzione internazionale, valorizzando la filiera audiovisiva nazionale e l'immagine del Paese all'estero.

Questo anche attivando un sistema di commissioning aperto e trasparente e in massima sinergia possibile con le agenzie regionali (Film commission) e il sistema di incentivi nazionali (MIBACT-Fondazioni), ed europei (EURIMAGES, CNC, etc).

Rai Documentari favorisce e privilegia progetti che abbiano raccolto o che intendano farlo forme di collaborazione, co-finanziamento, anticipi sulla distribuzione, sostegno a vario titolo e che rispondano alle proprie esigenze di programmazione annuali.


Le Aree Tematiche principali

Rai Documentari, nel solco dell’identità di Servizio Pubblico orientato al raggiungimento di ogni fascia di utenti, pensa a specifiche aree tematiche, analogamente a quanto avviene per altri broadcasters di livello internazionale: Storia, Territorio, Patrimonio, Scoperte, Natura, Ambiente, Scienza, Tecnologia, Società, Attualità, Human Stories.
 
•    STORIA- TERRITORIO-PATRIMONIO: è una macroarea in cui oltre alla Storia in senso proprio e ai documentari sull’arte in tutte le sue espressioni, include anche la valorizzazione del paesaggio e del territorio con il suo patrimonio antropologico di tradizioni, culture locali.
Il patrimonio archeologico, architettonico, artistico e storico, rappresentativo di tutte le epoche, la eccezionale varietà geografica e naturalistica presente ne nostra Paese, gli stili di vita, la creatività e la cultura, costituiscono il set naturale per elaborare progetti di collaborazione internazionale.
•    SCOPERTA, NATURA, AMBIENTE. produzioni dedicate alla natura, all’ambiente, agli animali, anche attraverso racconti di viaggio e esplorazioni di civiltà, tecnologia e culture legati alla sostenibilità.
•    SCIENZA E TECNOLOGIA: il racconto, la rappresentazione dinamica delle grandi e piccole scoperte che hanno fatto avanzare il cammino dell'uomo e in generale l'avventura umana nella ricerca scientifica e nell'innovazione tecnologica. Dall'astrofisica alla genetica molecolari, il documentario scientifico è certamente un asset editoriale importante. Rispondere e sollecitare la naturale curiosità dei nostri utenti è una delle grandi mission di Rai Documentari. Mai come in questo momento l'evoluzione tecnologica, scientifica, i modelli di sviluppo economici, le forme di aggregazione sociale, la globalizzazione e i suoi rischi, offrono una formidabile occasione al linguaggio documentaristico per entrare nelle case degli italiani, consentendo una vasta e documentata comprensione di questioni che hanno rilevanza con la vita di ciascun individuo e della nazione nel suo complesso. In questo modo, il documentario è lo strumento ideale, il genere \ del servizio pubblico.
•    SOCIETA', HUMAN STORIES, ATTUALITA': include le storie del mondo contemporaneo, in particolar modo legate alle sfide sociali e culturali, la geopolitica, la globalizzazione e i temi dell'attualità nazionale. Fa parte di questa area tematica tutto quello che il mercato internazionale raggruppa nelle categorie current affairs e human stories, vi rientra quindi anche il documentario sociale strutturato secondo i principi del character driven storytelling, quindi con storie individuali forti, in grado di esemplificare un fenomeno sociale e culturale più ampio. Uguale attenzione è data al racconto del mondo, con progetti sulle grandi questioni internazionali, da quelli storici all'attualità del pianeta.

 
I Partner Esterni

Accanto al nucleo di produzione interna, i produttori indipendenti, riuniti e rappresentati nelle associazioni di categoria APA, DOC It, CNA, costituiscono i partner naturali di Rai Documentari, attivando indirizzandolo specificatamente alla realizzazione di prodotti adatti al nostro pubblico.

Accanto ai partner nazionali, RaiDocumentari è la piattaforma di sviluppo di grandi prodotti internazionali. Gli accordi di collaborazione con France Télévision, il gruppo di bradcastres riunite sotto il cappello di Global Doc, il gruppo europeo ARTE, danno corpo alla strategia di internazionalizzazione del prodotto e della filiera.

L'attivazione della filiera nazionale selezionando e sostenendo lo sviluppo di progetti in linea con il mercato internazionale, consente di dispiegare appieno il volano economico dell'investimento iniziale. 


La presenza nei palinsesti.

La costruzione di un palinsesto dei documentari equilibrato per formati e generi differenti è il passaggio fondamentale per la corretta impostazione del programma editoriale e quindi della strategia produttiva. 

In questa fase di passaggio tra la struttura verticale delle Reti e le prospettive dettate dal Piano Industriale 2019/21, Rai Documentari si propone di diffondere gradualmente le proprie proposte su tutte le Reti generaliste e quelle tematiche.

Analogamente alla programmazione dei principali broadcasters pubblici di altri paesi anche Rai Documentari intende declinare il genere unscripted sull'intera paletta di temi, su tutte le reti generaliste e tematiche, la piattaforma digitale, offrendo una vasta griglia di prodotto che diversifichi tematiche e linguaggi.

Rai Uno

Costruire delle "serate evento" di prima serata su Rai Uno con la prospettiva di diventare in un vero e proprio appuntamento settimanale di alto profilo. Documentari quindi “blue chip” di profilo e caratura internazionale.

Rai Due

La Seconda rete accoglie un appuntamento settimanale di seconda serata con documentari anche seriali dedicati ai temi della cultura pop, al life style, alla tecnologia, ai consumi. Dal pomeriggio alla seconda serata, l'intento è costruire un flusso di pubblico con le fiction poliziesche e investigative, ad esempio con serie di documentari true-crime.

Per il profilo della Seconda rete, Rai Documentari pensa anche a linee di prodotto innovativo:
•    tutorial sociale e consumerismo declinato anche in formati brevi per il daytime
•    vita quotidiana, musica, life-style.

Rai Tre

Il consolidato profilo editoriale di, Rai Tre è lo spazio ideale per uno o più appuntamenti settimanali del genere unscripted. Qui, in accordo con la Direzione Distribuzione e con il supporto del Marketing Rai, è allo studio un appuntamento fisso in seconda serata di seguito ai blockbuster informativi consolidati della rete. L'occasione per creare un flusso di pubblico dall'informazione e dall'inchiesta tout-court, verso il documentario.

Tematici

I Canali tematici sono il naturale il terreno ideale di espansione e valorizzazione della filiera ed ampliamento dell'offerta complessiva, grazie ad un pubblico già interessato al genere ed appassionato all’offerta tematica

RaiPlay

Di cruciale importanza per l'offerta e il consolidamento di RAI come produttore e distributore di contenuti unscripted è la piattaforma digitale RAIPLAY.

La possibilità di offrire contenuti factual on demand risponde agli interessi di pubblici naturalmente segmentati, anche mettendo a frutto la ricchezza della library aziendale.

In piena sintonia con Raiplay, Rai Documentari intende alimentare e sperimentare accanto ai generi tradizionali nuovi format di narrazioni seriali resi popolari dalle grandi piattaforme in streaming, nonché temi e linguaggi mutuati dai social. Corti, progetti interattivi, multi-autoriali e multipiattaforma possono trovare qui uno spazio interessante di sviluppo. 

Festival, Eventi, Associazioni di categoria, Mercati. Valorizzazione del Prodotto

Rai Documentari è il partner di Associazioni Professionali, attori istituzionali, il mondo dei festival e mercati del settore a livello nazionale e internazionale. In questo spazio Rai Documentari in sinergia con la Direzione Comunicazione, Rapporti Internazionali, Rai per il Sociale, svolge un ruolo attivo come Media Partner di eventi e festival, in accordi specifici con i promotori dell'evento. 

MODULO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE ON LINE >>