17/06/2024
10/02/2011

Mubarak: "resto
fino alle elezioni"
Guarda la diretta

Poteva succedere di tutto e invece alla fine non è cambiato nulla, o quasi. Il tanto atteso intervento televisivo del presidente egiziano Hosni Mubarak si è concluso senza le tanto attese dimissioni

Poteva succedere di tutto e invece alla fine non è cambiato nulla, o quasi. Il tanto atteso intervento televisivo del presidente egiziano Hosni Mubarak si è  concluso senza le dimissioni che sembravano scontate non sono arrivate. “Affido i miei poteri al vice presidente (Omar Suleiman) in base a quanto previsto dalla Costituzione fino alle nuove elezioni che si terranno in settembre a cui non mi candiderò”.

E’ arrivata anche la risposta a chi lo dava in fuga “non lascerò mai questa terra”.  Poi il rais si è rivolto direttamente ai giovani manifestanti “Il sangue dei vostri martiri non è stato versato invano”. Infine ha ribadito che non accetterà diktat di altri paesi (il riferimento a Obama è evidente) e che le prossime elezioni saranno eque e trasparenti. Insomma, nulla di nuovo sotto il sole d’Egitto.

Sul grande schermo situato nel luogo simbolo della protesta di queste settimane, Piazza Tahrir, l’immagine di Mubarak che annunciava le non dimissioni deve essere apparsa come un incubo alle centinaia di migliaia di persone in attesa della “buona notizia” annunciata dall’esercito nel pomeriggio. Infatti la notizia è stata accolta con un grande urlo di indignazione. “Vattene vattene” hanno urlato i manifestanti agitando le scarpe in aria.
Cosa succederà adesso è impossibile da prevedere. Le opposizioni hanno già fatto sapere che continueranno a restare e manifestare nelle piazze.
Ma la vera incognita riguarda i vertici militari che tanto si sono esposti nelle ore precedenti il discorso di Mubarak, anche perché la “gente” di Piazza Tahrir sta chiedendo a gran voce il loro intervento. E oggi è venerdì di preghiera e, come noto,  il venerdì è sempre un giorno molto delicato.