21/06/2024
21/10/2009

Afghanistan, contatto
Karzai Abdullah

Abdullah Abdullah, che il 7 novembre sfiderà nel ballottaggio il presidente uscente afghano Hamid Karzai, ha annunciato di avergli telefonato oggi, nel loro primo contatto dal controverso scrutinio del 20 agosto.

"Per quel che riguarda il secondo turno, il mio unico desiderio è che si tenga alla data prevista, in condizioni ottimali sia sul piano della sicurezza che della trasparenza". Così lo sfidante di Karzai ai ballottaggi per la presidenza dell'Afghanistan Abdullah. Il primo contatto dopo le elezioni del 20 agosto. Abdullah nella notte ha telefonato a Karzai e ha detto in conferenza stampa "mi sono felicitato con lui per aver accettato che si tenesse un secondo turno elettorale".

Certamente non sarà un ritorno alle urne facile per l'Afganistan. La violenza dei talebani incombe. Inoltre l'inverno alle porte rischia di portare al voto una percentuale ancora più bassa di quel 37 per cento dello scorso 20 agosto. I 17 milioni di cittadini aventi diritto al voto sono registrati in più di 4.000 villaggi disseminati in tutto il paese, talora a centinaia di chilometri l’uno dall'altro.

Così Abdullah sottolinea: "Poiché il ballottaggio desta preoccupazione, il mio desiderio profondo è che si tenga come da programma, in circostanze favorevoli, in condizioni accettabili, sia per quanto riguarda la sicurezza sia per quanto riguarda la trasparenza".

Intanto, alcuni dei paesi che contribuiscono alla missione Nato in Afghanistan, come gli Stati Uniti e l'Italia, hanno già confermato ufficialmente che i rinforzi inviati per la sicurezza durante il periodo elettorale resteranno fino alla conclusione delle operazioni di voto. Dunque, il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha messo in guardia sulla "enorme sfida" che costituisce l’organizzazione dello scrutinio. "Non restano che 18 giorni" per preparare il nuovo voto, ha sottolineato il numero uno delle Nazioni Unite. "L'Onu farà tutto il possibile affinché il secondo turno si svolga in modo libero, equo, trasparente e in un contesto sicuro", ha commentato Ban.