19/05/2024
17/05/2010

Afghanistan:
morti due militari italiani

Due soldati italiani del contingente Isaf impegnato in Afghanistan sono rimasti uccisi e altri due feriti ma non in pericolo di vita. L'attacco è avvenuto nella zona di Herat, nel nord-est del Paese, alle 9,15 locali, 6, 45 ora italiana

Due soldati italiani del contingente Isaf impegnato in Afghanistan sono rimasti uccisi e altri due feriti ma non in pericolo di vita. L'attacco è avvenuto nella zona di Herat, nel nord-est del Paese, alle 9,15 locali, 6, 45 ora italiana.

LA CRONACA. I quattro, tutti appartenenti al 32esimo reggimento genieri della Brigata Taurinense, si trovavano a bordo di un blindato Lince posizionato nel nucleo di testa di una colonna composta da decine di automezzi di diverse nazionalità, partita da Herat e diretta a Bala Murghab, verso nord.

“L'attentato avvenuto stamane in Afghanistan non è stato un attacco mirato all'Italia” ha detto Massimo Fogari, capo ufficio Pubblica Informazione dello Stato Maggiore della Difesa. "L'autocolonna - ha aggiunto - aveva mezzi appartenenti a tutte le nazioni che compongono la coalizione".

BERLUSCONI: MISSIONE FONDAMENTALE IN AFGHANISTAN. “Il Presidente Berlusconi - si legge nella nota di Palazzo Chigi - ha espresso il profondo cordoglio, suo personale e dell’intero Governo, alle famiglie dei militari caduti. E ha inviato il suo augurio a quelle dei soldati feriti. Il Presidente ha sottolineato al tempo stesso la fondamentale importanza della missione in Afghanistan per la stabilità e la pacificazione di un’area strategica”.

MILITARI ITALIANI IN AFGHANISTAN. Per l'Afghanistan è autorizzata la partecipazione di 3.227 militari italiani. Allo stato attuale i soldati italiani dispiegati nella regione ovest del paese asiatico, sono circa 2.800. Dal prossimo mese di giugno arriveranno circa mille uomini, rinforzi decisi dal governo nell'ambito della nuova strategia fortemente voluta dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama e approvata dalla Nato.

Il contingente nazionale di stanza a Herat è dal 20 aprile 2010 sotto il comando del generale di brigata Claudio Berto, comandante della brigata alpina "Taurinense".

Il Regional Command West (RC-W), la zona sotto la responsabilità italiana, è un'ampia regione dell'Afghanistan occidentale (grande quanto il Nord Italia) che si estende sulle quattro province di Herat, Badghis, Ghowr e Farah.

La componente principale delle forze nazionali è, in questo momento, costituita dal personale proveniente dalla brigata alpina "Taurinense"; è presente inoltre un significativo contributo di uomini e mezzi della Marina Militare, dell'Aeronautica, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

ANCORA MORTI. L'ultima strage di militari italiani era avvenuta il 17 settembre 2009. A perdere la vita erano stati 6 paracadutisti della Folgore a causa dello scoppio di un'autobomba a Kabul.

AGGIORNAMENTO- Le due vittime dell'attentato di questa mattina a Bala Murghab, in Afghanistan, sono il sergente Massimiliano Ramadù di 33 anni, di Velletri (Roma) e il caporalmaggiore Luigi Pascazio, di 25 anni, della provincia di Bari. Le famiglie sono state già informate