19/05/2024
24/03/2012

Giallo sulla liberazione
tra conferme e smentite

La notizia è stata lanciata dai media locali e ripresa dall'emittente all news Ndtv. La Farnesina sta verificando la veridicità delle informazioni ma al momento mancano conferme. Ieri era stata resa pubblica la lettera scritta da uno dei due sequestrati ai familiari

italianiPaolo Bosusco e Claudio Colangelo potrebbero essere stati liberati dai maoisti vicino alla localita' di Tanjungia. Lo riferiscono media locali rilanciati dall'emittente all news indiana Ndtv. Manca tuttavia, sottolinea la tv, una conferma ufficiale. Secondo la polizia del dipartimento di Kandhamal il rilascio sarebbe avvenuto alle21,30 locali (le 17 italiane) nella zona di Daringibadi, la stessa del sequestro.

I due italiani erano stati rapiti il 14 marzo scorso dai guerriglieri maoisti nello stato indiano dell'Orissa. I ribelli, in 13 punti chiedevano tra l’altro il blocco del turismo nell’area e il rilascio dei militanti in carcere. Al momento la Farnesina non da conferme e continua a tenersi in contatto con il console italiano e le forze dell'ordine nella regione. In questi casi la prudenza è d’obbligo, per evitare facili entusiasmi e cocenti delusioni. Solo una decina di giorni fa era circolata la voce della liberazione di Rossella Urru, cooperante rapita lo scorso ottobre in Algeria con due colleghi spagnoli. Nelle ultime ore le trattative con i ribelli si erano addirittura interrotte.

Proprio oggi era stata resa pubblica la lettera scritta da Bosusco ai familiari. “Vi voglio molto bene anche se non sempre ve l'ho dimostrato - scriveva l’uomo - se dovesse succedermi qualcosa vi voglio dare un grande abbraccio d'amore”. 



Clicky