07/12/2021
:: Tg3 Tech >> a cura di Pasquale Martello [06082010]

 

Un computer da 35 dollari per gli studenti indiani

27/07/2010
35 dollari dovrebbe essere il costo del nuovo Tablet Pc che punta a diventare il mezzo di alfabetizzazione informatica e scolastica per milioni di studenti indiani.
Il modello, presentato dal ministro indiano allo Sviluppo delle Risorse Umane, Kapil Sibal è stato realizzato dai ricercatori dell’Indian Institute of Technology e dall’Indian Institute of Science.
Si tratta ancora di un prototipo, ma il governo intende avviarne la produzione entro pochi mesi.
Tutto il software è open source, basato su GNU/Linux, e adattato al dispositivo in questione.
La commercializzazione, se non subentreranno problemi, dovrebbe iniziare intorno alla fine del 2011.

I videogiochi come antidoto per la depressione

23/07/2010
Parola del dottor Christopher J. Ferguson, ricercatore alla Texas A&M International University, che ha sperimentato i benefici dei giochi "violenti" per combattere i sintomi di una malattia ormai molto diffusa come la depressione.
Secondo le ricerche di Ferguson "l'esposizione a lungo termine ai videogiochi violenti è associata a una riduzione dei sentimenti ostili e della depressione successiva a un compito stressante.
I soggetti che erano stati esposti a un videogioco violento non erano meno aggressivi, tuttavia erano meno ostili e depressi".
Inoltre, spiega il medico, non bisogna criticare questo tipo di videogiochi: "La critica contro i videogiochi violenti si è fortemente politicizzata (e possiamo dire che si è purtroppo estesa alla comunità scientifica), ma potrebbe essere molto rumore per nulla".
Sarà vero?

Meno libri di carta più libri elettronici

21/07/2010
E’ sorpasso. Gli ebook si vendono più dei libri cartacei. E’ il dato degli ultimi tre mesi fornito da Amazon, il maggiore dei venditori online.
Sarà per il taglio dei prezzi. Sarà per il passa parola. Sarà che il progresso non si ferma. Fatto sta che c’è stato il sorpasso. Il digitale è passato avanti al cartaceo. Sul catalogo di Amazon ogni 100 libri di carta venduti ce ne sono 143 digitali.
Questo il dato medio degli ultimi tre mesi con un trend ancora più positivo per gli e-book. Il dato dell’ultimo mese parla infatti di 100 a 180.
E considerando che solo una minoranza di testi sono disponibili nella nuova versione il dato è ancora più significativo.

>> leggi l'articolo completo

Antennagate, problema di tutti

20/07/2010
Durante la conferenza stampa sui problemi dell’antenna di iPhone 4, Apple ha messo in evidenza come tanti altri smartphone soffrano dei medesimi problemi di attenuazione di segnale come iPhone 4.
La cosa ha fatto indignare le case concorrenti che hanno risposto seccati sostenendo che Apple vuole estendere all’industria della telefonia un problema che è solamente suo.
In particolare Nokia ha dato una stoccata a Apple: ha investito in centinaia di migliaia di ore per studiare i comportamenti degli utenti, come le persone impugnano il telefono per chiamare, come ascoltano la musica, come navigano nel web eccetera. Nokia si è più focalizzata nell’aspetto del connecting people, dando priorità massima al design dell’antenna, piuttosto che sul design dello smartphone (se entra in conflitto con l’usabilità).

Frontierville spopola su Facebook

19/07/2010
Mentre la fattoria FarmVille perde gradualmente appeal a favore di applicazioni come Mahjong, Facebook rilancia con FrontierVille.
Ambientato nel Far West i giocatori possono crearsi una famiglia virtuale, sposarsi e allevare piccoli avatar.
In poco piu' di un mese Frontierville ha gia' superato i 20 milioni di utenti.
Sono 6,3 mln gli utenti che hanno costruito una casa, 2,3 mln quelli che si sono "sposati", poco piu' di un mln ha avuto figli.

Iphone 4 verso il ritiro?

15/07/2010
Annuncio a sorpresa della Apple. Possibile il ritiro del nuovo “gioiello”

Problemi in vista per il nuovo nato in casa Apple. Il tanto annunciato Iphone 4 ha gravi problemi di ricezione tanto che l’influente magazine “Consumer Report”, la rivista dell’Unione Consumatori Americani, nell’ultimo numero ne ha sconsigliato l’acquisto. In un test da loro svolto su tre modelli differenti hanno dimostrato che toccando un punto sul lato sinistro del dispositivo si può avere una significativa perdita di segnale.
La casa di Cupertino si è vista così obbligata a correre ai ripari e per domani (16 luglio) ha indetto a sorpresa una conferenza stampa nel corso della quale verranno svelate le intenzioni dell’azienda per risolvere il problema.
Varie le ipotesi, dal risarcimento per chi ha già acquistato il telefono al ritiro completo dal mercato che porterebbe però a una perdita di un miliardo e mezzo di dollari.
Quali che siano le soluzioni che verranno ipotizzate quel che è certo che sotto il profilo dell’immagine il colpo subito dalla Apple è di quelli difficili da assorbire.

Ancora guai per il “papà” di Facebook

14/07/2010
Un grafico accusa: ”l’84% delle azioni mi appartiene”
I guai per Mark Zuckerberg, il giovane e discusso fondatore di Facebook, sembrano non avere mai fine. L’ultimo della serie è arrivato per mezzo di Paul D. Ceglia di professione web designer. L’uomo sostiene di aver realizzato il progetto grafico del sito e che Zuckerberg gli promise una quota progressiva delle azioni. Secondo i suoi calcoli attualmente sarebbe proprietario dell’84 per cento del pacchetto del famoso social network. Per rivendicare i suoi diritti ha fatto causa a Facebook e i giudici hanno disposto il congelamento dei beni della società.
La vicenda risale al momento della nascita di facebook nel 2003. Il giovane Zuckerberg chiede a Ceglia di occuparsi della realizzazione grafica del sito promettendogli 1000 dollari, il 50% delle azioni più un 1% per ogni giorno di lavoro fino al completamento del lavoro. Ce ne vollero 34 che sommati al 50 per cento già pattuito darebbero come risultato quell’84% oggetto della contesa.
La società ovviamente smentisce l’esistenza di un contratto scritto e dichiara attraverso i suoi legali che combatteranno duramente  per ristabilire la verità dei fatti.

Quando la fantascienza diventa realtà
Il Muro di Berlino virtuale, più vero di quello vero

08/07/2010
Un nuovo programma di "Augmanted Reality" per Iphone ricrea il Muro di Berlino e riproduce immagini del simbolo della Guerra Fredda su tutto il suo perimetro di un tempo usando coordinate GPS.
L'applicazione è solo una delle tante possibili derivate da tecnologie, che solo pochi anni fa erano solo fantascienza.
L'applicazione che riproduce il Muro è frutto della fantasia e dell'abilità di Marc Gardeya, l'unica persona al mondo il cui destino è stato influenzato più dall’assenza del Muro di Berlino che dalla sua caduta.
E' un matematico di 36 anni che ha lavorato a lungo per la "resurrezione" del simbolo della Guerra Fredda, tanto da usarlo anche come biglietto da visita: per spiegare quale sia la sua professione si limita a tirare fuori il suo Iphone e mostrare il prodotto delle sue fatiche.
Ed ecco che appare il Muro virtuale, riprodotto nelle sue proporzioni reali sullo schermo del telefonino. Se ti avvicini all'area dov'era fino al 1989 l'immagine si ingrandisce, se ti allontani rimpicciolisce, proprio come succederebbe a chi vedesse il Muro davvero.
L'applicazione funziona per browser di augmented reality Layar, disponibile per Iphone Apple dotati di sistema operativo Google's Android. Il software usa immagini e dati GPS satellitari per localizzare una persona,  fornire informazioni e renderizzare le immagini della porzione di Muro nel posto esatto in cui si trovava.
La tecnologia nota come AR, o Augmanted Reality, combina reale e virtuale.

>>SpiegelOnline

Troppi smartphone: Rete a rischio collasso

07/07/2010
"Se se non interveniamo rapidamente, con il tasso attuale di diffusione degli smartphones, la nostra rete mobile rischia il collasso".
E' l'allarme lanciato dal presidente dell'Agcom, Corrado Calabrò, con la sua relazione annuale alla Camera.
Calabrò sollecita quindi il governo a porre le condizioni per liberare 300 megahertz. Risorse di spettro che poi l'Authority metterebbe a gara tramite un'asta, da effettuare probabilmente entro il 2015.
Ovunque nelle democrazie occidentali è decollato il wi-fi in alternativa al 3G. Usa e Germania hanno fatto un'asta per dare alla banda larga le frequenze liberate con il digitale terrestre e in altri Paesi europei si fanno aste per assegnare anche frequenze sui 2,6 GHz, un’estensione del 3G.

L' iPad sale sull'altare

05/07/2010
Sull'altare, al posto di un vecchio libro ingiallito, in un prossimo futuro potrebbe esserci l'iPad.
L'idea è di un giovane prete Paolo Padrini. Da luglio, infatti, messali, breviario e preghiere approderanno sull'ultimo gioiello della Apple.
Un anno e mezzo fa don Padrini aveva già provato un simile esperimento sull'iPhone riscuotendo un inaspettato successo.
" Tra le varie applicazioni dell'iPhone e poi dell'iPad mancava quella per i sacerdoti. Io ho preso semplicemente l'iniziativa ", ha spiegato.

Audio e video nei libri digitali grazie a Kindle

02/07/2010
Amazon annuncia oggi un nuovo update per Kindle per iPad, Kindle per iPhone, e Kindle per iPod Touch che permetterà ai lettori di godere dei benefici di video embed e audio clip nei libri Kindle.
Il nuovo modello DX costerà di meno e avrà un contrasto migliore. Amazon introduce anche l'opzione anteprima via Web e una nuova offerta indirizzata in particolare agli editori indipendenti.
Tra le novità un nuovo schermo in grado di garantire un contrasto migliore del 50 per cento rispetto precedente ed il case, ora color grafite.
Il lancio sul mercato è previsto per il 7 luglio, ma sul sito ufficiale è già possibile preordinarlo.
Il costo sarà di 379 dollari, oltre 100 dollari in meno della precedente offerta, il cui prezzo era troppo vicino al più versatile iPad.