27/10/2021
:: Tg3 Tech >> a cura di Pasquale Martello [28092010]

 
 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
  
 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 Ti pago 150 euro al mese se guardi gli spot
13/092010
Centocinquanta euro mensili in cambio di rimanere incollati davanti alla pubblicità. L'idea è di un sito web francese che ha deciso di pagare gli utenti internet che dimostrano di aver guardato attentamente la pubblicità.
Due trentenni francesi hanno lanciato il sito internet Kaksee.fr, che diffonde solo messaggi promozionali per utenti pagati per guardarli.
In pochi giorni migliaia di adesioni al sito.

L'Inps apre lo sportello sul web

08/092010
Dal primo gennaio 2011, una ventina di servizi erogati dall'Inps potrà essere richiesta solo su Internet. 'Un nuovo passo verso il rafforzamento dello 'sportello on line' - spiega una nota - cui i cittadini possono rivolgersi da casa o dall'ufficio, via Web, senza dover raggiungere le sedi dell'Istituto, risparmiando tempo e denaro'.
L'obiettivo e' rendere disponibili in rete il 100% dei servizi Inps nell'arco del prossimo biennio.

Lo "stalking" è anche su Facebook

08/092010
La Corte di Cassazione conferma gli arresti domiciliari per l'uomo che perseguitava l'ex fidanzata con video e messaggi inviati su Facebook.
L’uomo, dopo una relazione sentimentale con la donna, aveva iniziato ad inviarle una serie di filmati a luci rosse e fotografie sul social network.
A seguito della denuncia della donna, l’uomo era finito in carcere ed in seguito il Tribunale della Libertà lo aveva sottoposto agli arresti domiciliari.
Un’importante decisione che indirettamente estende i profili del diritto alla privacy dei cittadini quale deterrente all’uso scorretto di alcuni social network che impiegati impropriamente possono divenire armi improprie a servizio dei persecutori.

Google pronta per la musica su web

07/092010
Google è pronta a lanciare una sfida a iTunes di Apple.
Il colosso di Mountain View sarebbe in procinto di lanciare uno spazio web di brani musicali che  gli utenti dei dispositivi mobili possano ascoltare ovunque.

Mark Hurd nuovo co-presidente di Oracle

07/092010
Mark Hurd, già Ceo di Hp, entra ufficialmente in Oracle come co-presidente e membro del board, con riporto diretto al Ceo Larry Ellison.
Prende il posto di Charles Phillips, che, secondo una nota pubblicata da Oracle, ha dato le dimissioni dal board.
Un ingresso importante per Oracle quello di Mark Hurd, l'uomo al quale era stato attribuito il merito di riportare Hp alla crescita.

Apple presenta i nuovi iPod, Apple TV e social Ping

02/092010
Steve Jobs ha soddisfatto le attese che vanno dal rinnovo della famiglia iPod fino alla presentazione della nuova Apple TV.
L'iPod Touch raggiunge la quarta generazione e diventa più sottile, mantenendo il profilo arrotondato.
Il rinnovo dell'iPod Nano è stato presentato da Steve Jobs come la più grande innovazione dal 2005: è infatti sparita la ghiera di controllo sostituita da uno schermo multitouch.
La versione 10 di iTunes debutta insieme a Ping, il social network musicale di Apple. Con Ping è possibile condividere da iTunes i gusti musicali con ed essere aggiornati costantemente sulle attività dei propri artisti preferiti.
Presentata infine l'attesa iTV, che non avrà questo nome ma manterrà il nominativo di Apple TV. Costerà però di meno (99 dollari) e avrà dimensioni ridotte. Comandabile con un apposito telecomando, sarà completa di connessioni Ethernet, Wi-Fi, USB, Hdmi e audio ottica e permetterà di accedere al noleggio di musica, film e programmi televisivi (di ABC e Fox) tramite iTunes, Netflix, YouTube e alle immagini di Flickr.
Apple TV non è ancora in vendita in Italia.

 

Nel 2013 pc fatti con gusci anacardi

31/08/2010
Per contenere i delicati dispositivi e circuiti elettronici necessari per un computer non c'e' niente di meglio dei gusci di anacardi.
L'idea è venuta alla compagnia giapponese Nec, che dal 2013 metterà in commercio i primi calcolatori in cui le parti in plastica saranno sostituite con un nuovo materiale ricavato proprio da questa pianta.
La bioplastica ricavata dagli anacardi, assicurano gli esperti nipponici, è abbastanza durevole da poter essere usata per i dispositivi elettronici.

Italiani dipendenti da sesso e internet

30/08/2010
Secondo una recente indagine Internet, shopping compulsivo, gioco d'azzardo e sesso sono tra le dipendenze che affliggono maggiormente gli italiani.
A esserne maggiormente esposti al rischio di sviluppare questi disturbi comportamentali sarebbero gli uomini compresi in una fascia di età tra i 14 e i 45 anni.

Google ufficializza telefonate su fissi e mobile da Gmail

26/08/2010
Dopo le indiscrezioni arriva la conferma. Google ha infatti ufficializzato il lancio di un nuovo servizio che prevede la possibilità di effettuare chiamate vocali dalla propria casella Gmail.
Si tratta di un servizio web-based che permetterà  agli utenti di chiamare i propri contatti online. La novità è accessibile dalla finestra di Google Chat, situata nel menu a sinistra della pagina classica di Gmail.
Per ora il servizio è disponibile solo negli Usa e in Canada.
Gli utenti della nuova funzionalità non dovranno avere per forza un account di Google Voice e le chiamate effettuate su territorio americano e canadese saranno gratuite. Quelle internazionali, invece, avranno delle tariffe speciali e più basse rispetto alla media.

 

 

 

L'anti-iPad di Samsung

25/08/2010
In questo video Samsung svela parzialmente le funzionalità del suo nuovo Galaxy Tab

 

 

 

E' in arrivo Apple iTv

24/08/2010
A settembre Apple potrebbe presentare una sorta di decoder TV che consentirà l'accesso ad una serie di contenuti innovativi. Il nome della Apple TV sarà iTV e potrebbe rivoluzionare il mondo della TV via cavo e satellitare.
Questo quanto riportato da Kevin Rose, fondatore di Digg, sul proprio blog. In passato, fu lo stesso Kevin Rose a rivelare alcune anticipazioni su Apple rivelatesi poi esatte.
La iTV sarebbe basata sul sistema operativo iOS, lo stesso che equipaggia l’iPhone e l’iPad. Proprio quest’ultimo dispositivo, continua Rose, si interfaccerebbe alla perfezione con la televisione diventando una sorta di telecomando interattivo.
L’iTV si collegherebbe all’iTunes Store e sarebbe in grado di fornire video, musica ed approfondimenti direttamente sulla TV di casa.
Nel portale saranno presenti soprattutto giochi e servizi pensati per le televisioni come software per lo streaming, applicazioni interattive per le notizie di attualità e quanto altro.
Le indiscrezioni iniziali su Apple iTV ipotizzavano un design simile ad iPhone senza schermo.
Secondo Kevin Rose, iTV sarà simile ad iPad e sarà destinato a sostituire il telecomando.
Il costo dovrebbe aggirarsi intorno ai 99 dollari.
Si attendono ora comunicazioni ufficiali da parte di Apple.

Depressione da web

06/08/2010
Allarme di depressione per tutti i web dipendenti specialmente se teen ager.
Se pure il dato era atteso (solitudine rapportata a sole immagini) stavolta e' un vero allarme quello lanciato dall'Archives of Pediatric and Adolescent Medicine e condotto pure in Cina da scienziati guidati da Lam Lawrence.
In particolare chi e' piu' dipendente da internet e' fino a due volte e mezzo piu' vulnerabile dei coetanei internauti piu'moderati.

Internet: stop alle maxi-bollette

03/08/2010
Stop alle bollette "da urlo" per chi naviga in rete con le chiavette Usb, con dei tetti massimi di spesa mensili che gli operatori saranno tenuti a far scegliere ai clienti.
A partire dal prossimo gennaio tutti gli utenti dovranno essere informati circa il proprio tetto massimo di spesa per la navigazione. Lo ha deciso l'authority, che ha anche invitato gli operatori a offrire sistemi di protezione automatica.
Grazie ad una sorta di allarme predisposto dai vari operatori, verrà inoltrato un avviso in diverse modalità, da un semplice messaggio di testo a una finestra pop-up, oppure tramite un messaggio di posta elettronica.

Emirati e Arabia Saudita bloccano i Blackberry

02/08/2010
Per ragioni di sicurezza la Commissione nazionale per le telecomunicazioni ha comunicato in una nota la decisione di bloccare i servizi di mail, sms e internet per quanto riguarda i Blackberry. 
Lo smartphone dell'azienda canadese Rim, potrebbe quindi avere dei problemi di funzionamento negli Emirati e in Arabia Saudita.
Lo ha confermato il responsabile delle telecomunicazioni, Mohammed al-Ghanenm, secondo il quale i servizi Rim «contrastano con le leggi in vigore».
Sembrerebbe che i dati trasportati attraverso i Blackberry possano essere esportati fuori dai confini nazionali e gestiti da stranieri per operazioni commerciali.
Il provvedimento potrebbe rimanere in vigore fino a quando non verrà trovata una soluzione. Attualmente negli Emirati si contano circa 500.000 possessori di Blackberry.

Arrestato l'hacker più ricercato del mondo

29/07/2010
Dopo una lunga e difficoltosa indagine dell'Fbi e di oltre cento specialisti tra staff di polizia e personale scientifico, le autorità slovene sono riuscite ad individuare ed arrestare, a Maribor, uno dei più abili e pericolosi hacker al mondo conosciuto in rete con lo pseudonimo di Iserdo.
Secondo l'accusa il vetritreenne hacker avrebbe messo in funzione un "botnet", ovvero un network di computer infettati da un "worm" o un "trojan", capace di generare una serie elevatissima di operazioni per mandare in stallo interi server.
Avrebbe inoltre creato un virus in grado di trasformare in "pc zombie" ben 12 milioni di computer da trasferire nelle mani di truffatori e malintenzionati. Il giovane infatti vendeva al miglior offerente software e malware per penetrare nei circuiti bancari ed ottenere informazioni come numeri di carte di credito e password. Il prezzo oscillava da un minimo di 500 euro ad un massimo di 1300 per la versione completa.
Jefrey Troy, della divisione informatica dell'FBI ha affermato che è stato come "arrestare il tipo che dà la mappa, gli arnesi da scasso e indica la casa da svaligiare in un determinato vicinato".
Del 23enne sloveno, la polizia, non ha però diffuso le generalità e si è limitata a precisare che, al suo, seguiranno fermi per diversi altri cybercriminali divisi tra Spagna e Slovenia.