Rai Per il Sociale

Rai.it


Campagne sociali

  • Raccolta fondi dell'Istituto Serafico di Assisi 2021

    serafico

    Anno : 2021

    Associazione :
    ISTITUTO SERAFICO DI ASSISI

Raccolta Fondi dell'Istituto Serafico di Assisi 2021

La disabilità e la disabilità complessa sono fenomeni in crescita nel nostro Paese eppure, per una serie di motivi diversi, il nostro Servizio Sanitario Nazionale non riesce a fornire risposte adeguate alle esigenze speciali e ai bisogni di salute delle persone più fragili. Da un’indagine conoscitiva sullo stato di salute nelle regioni italiane], è infatti emerso come le stesse strutture ospedaliere siano spesso incapaci di gestire o accogliere pazienti disabili: soltanto nel 36% delle strutture è previsto un percorso prioritario dedicato a loro, mancano ambienti e strumenti accessibili e molto spesso il personale non ha capacità relazionale.

Le lunghe ore di attesa in un pronto soccorso, il timore causato da un esame invasivo e le difficoltà della degenza in ospedale sono esperienze che ciascuno di noi può vivere con un certo disagio, ma che diventano insostenibili per chi convive con difficoltà neuromotorie, intellettive o comportamentali. L’esperienza maturata dall’Istituto Serafico di Assisi - modello di eccellenza italiana ed internazionale nella riabilitazione, nella ricerca e nell’innovazione medico scientifica per i ragazzi con disabilità plurime - ha messo in evidenza quanto sia complesso per le persone con disabilità e le loro famiglie affrontare la quotidianità all’interno di una struttura ospedaliera e diventa quindi necessario garantire loro la piena accessibilità alle cure.

Per queste ragioni, l’Istituto Serafico lancia la Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Non facciamo miracoli”, il cui obiettivo principale è il potenziamento degli ambulatori specialistici pensati e organizzati a misura delle persone con disabilità. Un progetto di fondamentale importanza, che non solo permetterà di accogliere un numero maggiore di bambini e ragazzi provenienti da tutta Italia, ma che consentirà altresì alle famiglie di trovare all’interno di un unico luogo di cura equipe multidisciplinari specializzate, senza dover faticosamente peregrinare tra una struttura sanitaria e l’altra. 

La sfida vissuta giornalmente accanto ai nostri ragazzi e alle loro famiglie ci ha fatto sperimentare quanto sia difficile per le persone con disabilità affrontare la quotidianità di una struttura ospedaliera. Sostenendo la Campagna di raccolta fondi “Non facciamo miracoli” si può contribuire a garantire loro la piena accessibilità alle cure attraverso il potenziamento degli ambulatori specialistici del Serafico, pensati e organizzati per fornire alle persone con disabilità gravi e gravissime le risposte più idonee alle loro esigenze speciali - dichiara Francesca Di Maolo, Presidente dell’Istituto Serafico - “Il nostro lavoro è da sempre ispirato dalla volontà di coniugare il ‘curare’ con il ‘prendersi cura’, in una visione attenta alla persona e a tutte le dimensioni del suo essere e, quindi, anche a rendere i servizi ambulatoriali per persone con disabilità sempre più adatti al loro stato di salute. Il diritto per tutti all’accesso alle cure è uno dei capisaldi su cui si fonda la democrazia sostanziale, la civiltà e il benessere di un Paese, ma occorre una svolta culturale verso il pieno riconoscimento della dignità e dei diritti di tutte le persone, in grado di abbattere le disuguaglianze nel mondo della sanità”.

In Italia sono 3,1 milioni le persone con disabilità, il 5,2% della popolazione complessiva e tra chi ha 15 anni e più, il 2% presenta gravi limitazioni nella vista, il 4,1% nell’udito ed il 7,2% nel camminare[2].  Bambini e giovani adulti affetti da gravi e complesse disabilità, frequentemente in comorbilità anche con disturbi del comportamento, spesso presentano livelli di collaborazione molto limitata ed incontrano notevoli difficoltà ad essere visitati secondo protocolli sanitari routinari e a fruire di prestazioni specialistiche offerte dai tradizionali centri di erogazione. Affrontare una visita specialistica per loro significa fare i conti con la paura di essere toccati, con le difficoltà alla relazione e con l’assenza di capacità simbolico-comunicative. Hanno pertanto bisogno di tempi di visita prolungati per familiarizzare con il personale sanitario e di un ambiente-visita adattato alle loro esigenze fisiche e psichiche, corredato anche da elementi ambientali rassicuranti.

L’Istituto Serafico è da sempre impegnato a promuovere un modello di cura che parta dal basso, ovvero dalla conoscenza della persona e delle sue specifiche esigenze, perché solo così è possibile leggere i bisogni reali delle persone con disabilità e promuovere un cambiamento concreto all’insegna dell’uguaglianza e dell’innovazione. In quest’ottica, il potenziamento degli ambulatori specialistici del Serafico si configura come l’avvio di un progetto più ampio, volto alla realizzazione di un polo clinico d’avanguardia, che ha l’obiettivo di garantire in via prioritaria ed egualitaria l’accessibilità alle cure alle persone con disabilità, contribuendo così a migliorare la loro qualità di cura e di vita.

 

Campagna Raccolta Fondi autorizzata da Rai per il Sociale dal 12 luglio al 18 luglio 2021.

Numero solidale 45583 - Valore della donazione 2 euro con sms da cellulare Wind3, Tim, Vodafone, Iliad, Postemobile, Coop Voce e Tiscali. Oppure 5 euro per ciascuna chiamata da rete fissa, Twt, Convergenze e Postemobile. Oppure 5 o 10 euro per ciascuna chiamata da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali.
 

https://www.serafico.org/