4 - 10 marzo 2023

Settegiorni

newsletter Torna alla Newsletter

copertina Un divo involontario
PER NON DIMENTICARE

Un divo involontario

Mattatori tra cinema e teatro: lo spazio teatrale di Rai Radio Techetè a partire dal 6 marzo, alle ore 11 e alle 19, propone uno Speciale in più puntate dedicato ai grandi attori italiani che hanno diviso la loro carriera tra i set cinematografici e le tavole del palcoscenico.

Dopo l’omaggio nel 2022 a Vittorio Gassman in occasione dei cento anni della nascita, è la volta di un altro attore indimenticabile, interprete di film che hanno fatto la storia del cinema del nostro Paese e di importanti spettacoli teatrali: Marcello Mastroianni. Attore per caso, ottenuto il diploma di perito edile si iscrive al Centro universitario teatrale e, durante le repliche di uno spettacolo con Giulietta Masina, viene notato dall’amministratore della compagnia di Luchino Visconti. Con il regista, famoso per il rigore e l’intelligenza analitica, Mastroianni lavorerà per circa dieci anni prima di intraprendere una luminosa carriera cinematografica diretto dai più importanti registi italiani e stranieri.

La dolce vita” di Fellini fa di lui un divo internazionale, conferendogli l’appellativo di latin lover, a cui per tutta la vita cercherà di sottrarsi. Tra le qualità maggiori di Mastroianni c’era la versatilità, un modo del tutto naturale di aderire al personaggio senza per questo immedesimarsi in esso. La spontaneità, sorretta da un enorme talento e da una profonda intelligenza, nonché da un timbro di voce particolare, profondo, caldo, gli permettevano di passare con estrema duttilità dal registro comico a quello drammatico e di assorbire, secondo Mario Monicelli, luoghi, persone, cose come una spugna. Con “quell’aria indolente, da furbo innocente”, come Marcello cantava in un brano della celebre commedia di Garinei & GiovanniniCiao Rudy” sulla vita di Rodolfo Valentino, Mastroianni ammaliava tutti, dal pubblico ai registi e alle compagne di lavoro, tra tutte Sophia Loren, con cui ha costruito una delle coppie più amate del cinema italiano. L’aria sorniona, disincantata, l’ironia, il non volersi mai prendere troppo sul serio nonché la curiosità e la voglia di misurarsi sempre con nuove esperienze non facevano che accrescerne il fascino.

Lo Speciale di Radio Techetè, curato da Silvana Matarazzo, comprende le testimonianze dell’attore, estratte da vari programmi custoditi negli archivi dell’Audioteca Rai, quelle di critici e persone che lo hanno conosciuto e l’ascolto di alcune opere da lui interpretate. Inoltre, le interviste realizzate per l’occasione al critico Valerio Caprara, al regista Roberto Faenza e a Furio Bordon, autore de “Le ultime lune”, la commedia interpretata da Mastroianni fino a pochi giorni prima della morte, avvenuta il 19 dicembre del 1996, contribuiscono a ripercorre la lunghissima carriera e l’intensa esistenza di uno dei più rappresentativi attori del Novecento, il cui modo di “trattare con delicatezza, ma senza soggezione, i personaggi resta unico”.

newsletter Torna alla Newsletter

logo Rai

Rai - Radiotelevisione Italiana Spa
Sede legale: Viale Mazzini, 14 - 00195 Roma
Cap. Soc. Euro 242.518.100,00 interamente versato

Privacy policy

Cookie policy

Societa' trasparente

Questa newsletter viene inviata dalla Direzione Comunicazione, Relazioni Esterne, Istituzionali e Internazionali al personale di Rai S.p.A e delle Società del Gruppo al fine di fornire aggiornamenti e informazioni per una migliore conoscenza delle realtà aziendali