RAI RADIO3: RADIO3 MONDO

Il destino di Sànchez (e della Spagna) si decide in Catalogna

12/02/2019 - 11:00

Il premier spagnolo Pedro Sánchez è sopravvissuto alla “battaglia” di Colón ma non ha ancora affrontato la guerra: le recenti manifestazioni organizzate a Madrid dal cosiddetto “Blocco di Sevilla” - formato dalle destre del Partido Popular, Ciudadanos e Vox – hanno messo in seria difficoltà il governo socialista. L’accusa principale è quella di tradimento per aver avviato i colloqui con i separatisti catalani ma, nonostante la massiccia partecipazione alla manifestazione per chiedere le dimissioni di Sánchez, non c’è stato un vero “momento della destituzione”, come riporta il quotidiano spagnolo La Vanguardia. La risposta da Madrid non si è fatta attendere:  "Il governo - ha affermato il premier - lavora per l'unità della Spagna, il che significa unire gli spagnoli. Non quello che fanno le tre destre di Colón, che cercano di dividere". I catalani hanno già fatto sapere che il loro voto sull’approvazione della legge di bilancio dipende dai colloqui con Madrid, inclusa la questione dell'indipendenza. L’ombra di elezioni anticipate incombe dunque: se la proposta di bilancio dovesse fallire il premier sarà costretto a lasciare le redini del paese.
Nella puntata di Radio3 Mondo, in onda su Rai Radio3 martedì 12 febbraio alle 11.00, Roberto Zichittella ne parlerà con Mario Magarò, giornalista multimediale a Barcellona e con Daniele Grasso, data journalist a El Pais.