LA BIENNALE DEL DISSENSO

Nel 1977 - si è in piena Guerra Fredda - Venezia augura la Biennale dedicandola al dissenso nei Paesi dell'Est, iniziativa che non piace all'Unione Sovietica e Mosca chiede al governo italiano la soppressione della manifestazione. L'iniziativa non si ferma e Venezia si trasforma in una grande denuncia sull'assenza di libertà nell'Urss. Il racconto di Mino Lorusso per il Settimanale del Tgr

19-01-2014 Tematica:Regione^Tematica:News^Tematica:Umbria^Tematica:TGR^ /dl/img/2014/01/105x791390145172216screenshot.54.png 0 ContentItem-b8fac377-2fae-45d5-bc4a-8d6ccda39d23 ContentSet-79306c93-ab25-4e59-bb97-7344f0031252 Page-0789394e-ddde-47da-a267-e826b6a73c4b 22-02-2014 00:47
13/07/2024

Notizie TGR:

LA BIENNALE DEL DISSENSO

Comandi da tastiera per il lettore multimediale

  • [Shift + P] Play / Pausa
  • [Shift + S] Stop
  • [Shift + F] Fullscreen
  • [Shift + C] Sottotitoli (se presenti)
  • [Shift + M] Mute
  • [Shift + Freccia Su] Alza il volume
  • [Shift + Freccia Giù] Abbassa il volume
  • [Shift + Freccia Destra] Avanti veloce
  • [Shift + Freccia Sinistra] Indietro veloce

Nel 1977 - si è in piena Guerra Fredda - Venezia augura la Biennale dedicandola al dissenso nei Paesi dell'Est, iniziativa che non piace all'Unione Sovietica e Mosca chiede al governo italiano la soppressione della manifestazione. L'iniziativa non si ferma e Venezia si trasforma in una grande denuncia sull'assenza di libertà nell'Urss. Il racconto di Mino Lorusso per il Settimanale del Tgr

[an error occurred while processing this directive]