TG2

CREDO A RANIERO

  • Andato in onda:20-02-2011
  • Visualizzazioni:

CREDO A RANIERO. Il 26 gennaio scorso la corte d'assise di Roma ha condannato Raniero Busco a 24 anni di carcere per l'omicidio dell'allora fidanzata Simonetta Cesaroni, uccisa nell'ufficio in cui lavorava a via Poma. Dopo 21 anni -dunque- per la giustizia c'è un colpevole.Ma la moglie Roberta lo difende con tutte le sue forze e in questa intervista dice: "è un enorme errore giudiziario". Il servizio di Umberto Gambino. DOPO IL GULAG. Valentino Maliscev è un ucraino di origini italiane che oggi vive a Genova. Quando racconta della sua infanzia -e dell'adolescenza- nell'allora Unione Sovietica i suoi occhi si inondano di lacrime. La sua famiglia è stata vittima prima delle purghe staliniane, poi dei campi di concentramento nazisti. Il servizio di Giovanna Cucè. VEDOVE BIANCHE. La campagna di Russia fu un incubo per migliaia di soldati italiani durante la seconda guerra mondiale. Stremati dalla fatica, molti uccisi dal freddo, altri avvinti da nuove realtà affettive al fianco di donne russe o ucraine...mentre le mogli italiane aspettavano invano il loro ritorno, come testimonia questo servizio di Angela Trentini. SIGNORE DELLE VIGNE. Franco Biondi Santi è tra i produttori di vino italiani più conosciuti al mondo: legatissimo alla sua terra, Montalcino fra le colline senesi, ha contribuito in maniera decisiva all'eccellenza del Brunello, tanto che di lui si è scritto "è un alchimista che trasforma gli acini in oro liquido". L'intervista di Pietro di Lazzaro. SCACCO ALLA NOIA. Per aprire la mente, stimolare il senso logico e allenare le capacità tattiche...nulla di meglio di una bella partita a scacchi! e sono più che confortanti i risultati dei corsi avviati in diverse scuole elementari di Roma, come ci spiega Cecilia Astolfo. POMPOSA CAPUT MISICAE. Attorno all'anno Mille, nel ferrarese, Guido Aretino inventò le note musicali. Monaco benedettino fu insegnante di canto e scrisse un trattato musicale, il Microgolus, tra i più diffusi nel Medioevo. Le note sono tratte dalle prime parole dell'inno di San Giovanni, intonato per noi all'interno dell'abbazia di Pomposa.Il servizio di Giovanna Greco. ANTICA VETRERIA. Ed ora in Libano, per visitare la fabbrica del vetro forse più antica di tutto il Medio Oriente. Si trova a Sarafanda, in una zona un tempo a prevalenza cristiana, oggi completamente musulmana. Qui si stanno perdendo molte tradizioni antiche dell'artigianato e anche questa fabbrica simbolo rischia di chiudere. Il nostro corrispondente Giuseppe Bonovolontà.

Sito

Vuoi rivedere o riascoltare un altro programma?

Guarda altri contenuti di:


Navigazione alternativa dei video correlati