Contenuti della pagina

[an error occurred while processing this directive]
DI RITORNO DALLA VIA TOLOSANA: IULIANA ANGHEL

La Via Tolosana è stata la mia seconda esperienza di cammino, inaugurata nel 2012 insieme ai colleghi di Radio Rai sulla Via Francigena del Sud Roma - Gerusalemme.
Una prima conclusione è che IL CAMMINO è per tutti: basta solo avere la volontà di farlo - per la sua valenza religiosa, per l'esperienza dell'incontro con gente e posti che non conosci o che riscopri da una prospettiva diversa, se lo avevi già percorso, oppure semplicemente per misurarti con te stesso fisicamente e mentalmente. Poichè i pellegrinaggi dei nostri giorni ti trasferiscono veramente in una dimensione - sia fisica che mentale - completamente diversa da quella quotidiana. Ma i fili conduttori sono sempre gli stessi: i traguardi - Gerusalemme, Roma o Santiago - e la gioia dell'incontro con questi luoghi sacri per l'umanità. Come dicevo prima di arrivare nel sud-ovest della Francia, che mi ha regalato una bella settimana di percorsi e riflessioni (anche il tempo è stato molto generoso con noi in quelle giornate, a parte il battesimo di qualche pioggerella!), il cammino è come il primo viaggio a Roma o Gerusalemme: se ci sei stato per una volta, ti viene sempre la voglia di ritornarvi...E se questo cammino viene percorso al fianco di ottimi compagni di viaggio, con i quali vai d'accordo alla perfezione e con i quali condividi tutte queste esperienze deliziose, allora sicuramente la decisione di fare il pellegrino almeno una settimana o di più all'anno, accanto a Radio Rai, diventa un must in assoluto. La nostalgia che si ha alla fine del percorso viene portata via dal pensiero ai prossimi cammini: nel mio caso quello che farò con i colleghi di Radio Rai nella regione romena della Bucovina, a settembre 2013, e l'esperienza della Via Francigena del Nord nel 2014.
Iuliana Anghel, Radio Romania, percorso Giscaro - Anoye


Ultimi media:

/dl/RaiTV/programmi/liste/ContentSet-b81365bd-8764-47c0-87bc-1d03480b4038-A-0.html