TG2

IL GIAPPONE UN MESE DOPO

  • Andato in onda:10-04-2011
  • Visualizzazioni:

UN MESE D’ANGOSCIA. La terra continua a tremare in Giappone ed è di nuovo angoscia in tutto il Paese, in lutto dall'11 marzo scorso, quando una scossa di magnitudo 8,9 ha spostato l'isola principale del'arcipelago di oltre due metri e causato migliaia di morti, anche per effetto dello tsunami con onde fino a 10 metri che hanno cancellato interi villaggi. E permane uno strascico di ansia e paura, che sta contagiando il mondo intero, per le possibili conseguenze delle perdite radioattive dalla centrale nucleare di Fukushima. Il corrispondente Paolo Longo. NUCLEARE SI O NO? In italia il governo, che aveva annunciato l'avvio di un nuovo programma nucleare, ha deciso la moratoria di un anno per verificare priorità e strumenti. Il tema è infatti controverso: se da un lato il nucleare produce grandi quantità di energia a un costo ragionevole, senza inquinare l'atmosfera ...di fatto non garantisce una sicurezza totale. Allora per capire quali potrebbero essere le prossime scelte del nostro paese in materia energetica Rossana Ciani ha intervistato il premio nobel Carlo Rubbia. FRA ATTESE E PAURA. Ora un viaggio nella pianura padana, da sempre indicata -per la sua configurazione geografica, la scarsa densità abitativa e la presenza d'acqua - come area ideale per la realizzazione di centrali nucleari. Qui sorge infatti quella di Caorso, chiusa dal 1986, in concomitanza con il disastro di Cernobyl, ma che potrebbe diventare una centrale di nuova generazione. Come ci spiega questo servizio di Andrea Silla. AVANTI INSIEME. A L'Aquila -alla presenza del Capo dello Stato- sono state commemorate le oltre 300 vittime del terremoto che il 6 aprile di due anni fa ha sconvolto l'Abruzzo. In una realtà ancora lacerata e ferita assumono un grande valore le iniziative di solidarietà di cui sono protagonisti i giocatori dell'Aquila Rugby: un calendario e una scultura in pietra per ricordare chi non c'è più ma anche per guardare avanti insieme, con coraggio e determinazione. L'inviato Andrea Fusco. SCATTI DI STORIA. Un'immagine può raccontare più di tante parole, riassumere la drammaticità di un evento, testimoniare un momento storico. Per questo i grandi fotoreporter sono passati alla storia come i migliori giornalisti. Nel servizio di Gabriele Lo Bello gli scatti più recenti di quattro nomi importanti della fotografia italiana....

Sito

Vuoi rivedere o riascoltare un altro programma?

Guarda altri contenuti di:


Navigazione alternativa dei video correlati