[an error occurred while processing this directive]

Contenuti della pagina

Archivio

30 GENNAIO RIFORME ISTITUZIONALI. LE OCCASIONI MANCATE.

A parole tutti le volevano. Sulla legge elettorale e sulla riduzione dei parlamentari eravamo lì lì. L’accorpamento delle province era ormai cosa fatta. Poi la legislatura è finita e per le riforme chi s’è visto s’è visto. Il Parlamento che uscirà dal voto di fine mese sarà il risultato di scelte fatte per lo più a tavolino come previsto dal famigerato Porcellum. Le responsabilità, chi più chi meno, sono un po’ di tutti. A poco serve recriminare. Più importante guardare avanti e cercare di capire che cosa ci riserverà la prossima legislatura. Essere ottimisti è difficile ma resta un imperativo. Del resto in questi ultimi mesi qualcosina è stato fatto, dal dimezzamento dei fondi pubblici per i partiti alla riforma delle pensioni dei parlamentari. Poi c’era il piano di accorpamento delle province che sappiamo tutti che fine ha fatto

Da dove ricominciare? Tutti i partiti hanno le riforme tra i punti principali del programma ma pochi vanno oltre le enunciazioni di principio. Sentiamo oggi direttamente dai loro candidati che cosa si impegnano a fare.

Sono con noi Maurizio Gasparri del PDL, Vannino Chiti del PD, Ferdinando Adornato dell’UDC, Antonio Di Pietro in corsa con Rivoluzione Civile e Paolo Becchi, insegnante di filosofia del diritto all’Università di Genova e indicato dal Movimento Cinque Stelle. Parteciperà, inoltre, il costituzionalista Enzo Cheli che ci accompagnerà attraverso le diverse interviste.

Ultimi media:

/dl/RaiTV/programmi/liste/ContentSet-860e9974-d42a-4de7-92cf-0f71e1d1f720-A-12.html
[an error occurred while processing this directive]