[an error occurred while processing this directive] (none) - Pop! Viaggio dentro una canzone 2012 [an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive]

I programmi di (none)

Pop! Viaggio dentro una canzone 2012

Il programma di Rai 5 condotto da Omar Pedrini che racconta la storia delle canzoni più importanti e significative del pop italiano









12 nuove puntate di “Pop! Viaggio dentro una canzone” il programma di Rai 5 condotto da Omar Pedrini che racconta la storia delle canzoni più importanti e significative del pop italiano, restituendole al futuro in una nuova versione.

Le canzoni sono opere d’arte e della cultura che rimangono indelebili nel tempo e che hanno la capacità di veicolare storie, emozioni, costume,  sentimenti di chi le ha scritte e dei momenti storici in cui sono nate.

Ogni puntata racconta la storia di una sola canzone, qual è il dispiegarsi del filo rosso che lega musica e testo, il contesto storico e culturale,  l’idea di chi l’ha creata e le emozioni chi l’ha ascoltata, le testimonianze di tutti coloro che hanno collaborato alla sua realizzazione per poi restituirla al futuro attraverso un nuovo arrangiamento.

Partecipa al programma in veste di “remaker” in studio ed esperto musicale il produttore Guido Elmi che da trent’ anni coordina con successo le realizzazioni di Vasco Rossi.

Il programma è arricchito da testimonianze di cantanti e artisti, musicisti, giornalisti, persone di cultura, spettacolo, televisione e materiale di repertorio delle teche Rai che serviranno a contestualizzare il periodo storico nel quale una data canzone è stata scritta.

 

UN ANNO SENZA LUCIO
Ad un anno dalla scomparsa di Lucio Dalla, "POP–Viaggio dentro una canzone"  lo ricorda in uno speciale che ci ripropone una delle sue ultime interviste – probabilmente  la sua ultima – rilasciata durante le registrazioni della puntata dedicata alla sua canzone "Milano" , andata in onda su Rai 5 il 22 aprile 2012.
Per raccontare Lucio siamo andati nella sua Bologna, abbiamo parlato con gli amici di sempre, con la gente che lo conosceva, con coloro che hanno lavorato e condiviso pezzi di vita con lui.
Da un anno a questa parte, intervista dopo intervista ai vari operatori ed artisti della musica italiana,  tutti hanno voluto dire qualcosa su Lucio: un pensiero, un ricordo, un aneddoto, un sorriso o un semplice saluto. Noi di Pop – Viaggio dentro una canzone abbiamo custodito gelosamente questi attimi di viva emozione per riproporli in questa occasione al pubblico di Rai 5. La puntata è arricchita da testimonianze di cantanti e artisti, musicisti, giornalisti, persone di cultura e amici di Lucio Dalla. Cospicuo l’utilizzo di materiale di repertorio delle Teche Rai.

CREUZA DE MA
«Crêuza è stato il miracolo di un incontro simultaneo fra un linguaggio musicale e una lingua letteraria entrambi inventati. Ho usato la lingua del mare, un esperanto dove le parole hanno il ritmo della voga, del marinaio che tira le reti e spinge sui remi. Mi piacerebbe che Crêuza fosse il veicolo per far penetrare agli occhi dei genovesi (e non solo nei loro) suoni etnici che appartengono alla loro cultura. »
Nessuno meglio di Fabrizio De Andrè avrebbe potuto sintetizzare il senso di questo capolavoro concepito insieme a Mauro Pagani, l'uomo che che ci racconta in questa puntata tutti i segreti della grande canzone. Partecipano al racconto Dory Ghezzi, Teresa De Sio e tanti altri personaggi di varia estrazione. Conclude la puntata una bellissima re-interpretazione cantata da Zibba su arrangiamento di Guido Elmi.

CON TE PARTIRO’
Il caso vuole che il viaggio dentro la canzone di questa puntata  descriva in un modo quasi pittorico un vero e proprio romanticissimo viaggio. Grazie all’estro di autori e arrangiatori straordinari e grazie alla magistrale voce di Andrea Bocelli, un interprete che il tutto il mondo ci invidia, “Con te partirò” è una canzone che, viaggiando all’infinito, continua inarrestabile a portare la cultura musicale italiana in ogni angolo del mondo.
Dalle parole di Caterina Caselli, Francesco Sartori e Mauro Malavasi conosceremo la vera storia di questa perla della cultura della musica leggera italiana

NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE
Nessuno mi può giudicare  una delle canzoni “trans-generazionali” per eccellenza che  insieme alla sua interprete Caterina Caselli sono a tutt’oggi icone indelebili del pop italiano che hanno avuto la forza di dettare mode, consolidare slogan e seminare germi di ribellione tra i giovani degli anni sessanta. Nella puntata la Caselli ci svela il segreto di come nascono le idee legate al suo look, ai suoi movimenti, al suo mitico caschetto, uno scoppiettante Miky Del Prete, figura emblematica della musica leggera italiana e unico autore rimasto tra quelli che l'hanno composta, ci racconta come partita l'idea della canzone. Tantissime altre figure della musica leggera italiana commentano le mille sfaccettature di questo brano ormai storico del nostro repertorio.

VITA 
La canzone di questa puntata, davvero singolare,  la compone Mario Lavezzi, ne scrive il testo Mogol e la interpretano su un ritmato arrangiamento di Mauro Malavasi due grandi del pop italiano: Gianni Morandi e Lucio Dalla. Ed è proprio il nostro grande e compianto Lucio Dalla che decide improvvisamente di cambiarle il titolo e con quella sola parola, cambia l'intero significato dell’intera canzone. La canzone in origine si chiamava “Cara” ed  è  diventata...  “Vita”!

MINUETTO
Minuetto, la meravigliosa canzone di questa puntata, la testimonianza di una storia davvero drammatica, terminata con un epilogo purtroppo tragico.Al di là  delle meravigliose melodie di Dario Baldan Bembo, chi crede che il testo di Minuetto ,  portato al successo dalla indimenticabile Mimì,  sia esclusivamente frutto della fantasia di Franco Califano,  scoprirà,  seguendoci oggi, che non  è  così …  

SAMARCANDA 
Pur sembrando allegra e spensierata, la canzone di oggi porta dritti a sbattere contro l'argomento più duro ed ostile che si possa affrontare: la morte. Roberto Vecchioni e le altre figure che hanno contribuito alla realizzazione di questa canzone molto particolare del repertorio pop italiano, ci raccontano tutti i retroscena di questa  creazione così originale e ricca di significati. Un soldato che scappa inutilmente da una nera signora perché la morte è ad aspettarlo proprio là, dove lui è fuggito, … a Samarcanda.

UOMINI SOLI 
Oggi il nostro viaggio ci porta a scoprire tutti i segreti di una canzone che, come poche altre, ha saputo mettere a nudo con la poesia e la musica un argomento scottante e difficile come quello della solitudine. Un gruppo notissimo e un autore che non compare mai, a cui noi abbiamo voluto dare un volto, un festival di Sanremo come vetrina di questo “Uomini soli”  che oggi più che mai fa riflettere e ci riporta tutti coi piedi per terra. 

QUELLO CHE LE DONNE...  
Saper cogliere qualcuno dei pensieri di una donna è sempre stato il desiderio di qualsiasi uomo.Ma la canzone di questa puntata, incredibilmente, dimostra invece che per un uomo attento, intelligente e straordinariamente sensibile, tutto questo può succedere. Questa canzone è e rimane un manifesto della sensibilità femminile, che ancora oggi stupisce, emoziona e fotografa alla perfezione “Quello che le donne non dicono”.   

TUTTO IL RESTO E' NOIA 
In questa puntata il nostro viaggio dentro una canzone ci porta a riflettere sulla noia,  uno stato d'animo che a tutti è successo di vivere, ma non è detto che tutti lo abbiamo provato anche in amore. Tutto il resto è noia è per Franco Califano il caposaldo della sua carriera artistica ed è per tante coppie uno spettro da cui scappare.    Ma una storia d'amore finisce sempre e inevitabilmente in noia? 

CHIEDI CHI ERANO I BEATLES 
"Chiedi chi erano i Beatles" è una canzone che pone una domanda in qualche modo legata all'eterno confronto generazionale."I Beatles non li conosco, neanche il mondo conosco…. si, conosco Hiroschima ma del resto ne so proprio poco…", risponde una ragazzina di 15 anni. Queste sono le parole del compianto Roberto Roversi, poeta straordinario, accompagnate dalla musica di Gaetano Curreri, leader degli Stadio, che ancora una volta scolpiscono in modo indelebile un capolavoro del pop italiano di cui scopriremo tutto nel nostro viaggio dentro la canzone di questa puntata. Ancora una volta vedremo tanti personaggi tra cui segnaliamo Alessandro Bergonzoni che ha voluto regalare due parole speciali al suo amico poeta scomparso da poco

UNA CITTA- PER CANTARE
La canzone di questa puntata ci porta con Ron all'interno del mondo delle tournée, sui palchi, per le strade, negli alberghi e nell'anima di tutti gli artisti che fanno questa vita. "Una città per cantare" è riconosciuta universalmente come la fotografia più lucida e realistica di ciò che può provare l'artista e l'uomo che vive questa esperienza, fatta di straordinarie soddisfazioni, di momenti di solitudine, di cose da raccontare e di altre da tenere segrete. La storia che Ron ci ha raccontato è davvero straordinaria e singolare, piena di aneddoti e inaspettati "dietro le quinte", di incontri emozionanti come quello con Jackson Brown e di esperienze "live" vissute con altri grandi compagni di viaggio come Lucio Dalla e Francesco De Gregori

LUGANO ADDIO
Occhiali rossi, un'aria sfuggente e sognatrice, un talento straordinario espresso prima con le chitarre poi con canzoni raffinate, colte, poetiche ma sempre riferite a fatti di vita quotidiana. La prima puntata di "Viaggio dentro una canzone" ci racconta la storia di "Lugano addio" e di Ivan Graziani, un artista che purtroppo non ha avuto il tempo di raccontarci fino in fondo tutta l'arte e la creatività che teneva in serbo per il suo pubblico. Abbiamo incontrato sua moglie Anna, i suoi figli Tommaso, oggi batterista affermato e Filippo, chitarrista e cantante che e ci ha anche voluto regalare una sua personale interpretazione della canzone riarrangiata da Guido Elmi.  Scopriremo chi è Marta, la donna a cui Ivan faceva riferimento in questo fortunato brano che lo portò al successo, ascolteremo gli aneddoti del suo manager Nazzareno Nazziconi  e i ricordi e i pareri di tutti i protagonisti che a vario titolo partecipano alla puntata.




[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]