Francesco Pinto

Responsabile Centro di Produzione TV di Napoli

Ruolo e responsabilità

Responsabile Centro di Produzione TV di Napoli

Compensi *

2016 - compenso economico lordo

214.469

2017 - trattamento economico lordo

210.242

2017 - retribuzione variabile (MBO)

-

* Euro lordi anno

Esperienza

Nato a Salerno nel 1952, laureato in Filosofia, è un regista e dirigente televisivo. Entra in Rai per concorso nel 1978 in qualità di programmista-regista presso il Centro di Produzione TV di Napoli. Nel 1981 è chiamato a Roma con l’incarico di segretario del gruppo di lavoro interdirezionale per lo studio della produzione seriale di telefilm, all’interno della direzione Ricerche, Studi e Sperimentazione Programmi. Nel 1987 è all’unità operativa Nuovi Servizi nella Vicedirezione Generale per i Nuovi Servizi, le Relazioni Esterne e gli Affari Generali. In qualità di produttore esecutivo produce il primo film al mondo in Alta Definizione ed è il Responsabile italiano della produzione sperimentale, sempre in hd, dei mondiali di calcio del 1990 e delle Olimpiadi di Barcellona del 1992. Nel 1994 riceve l’incarico di Responsabile Innovazione e Servizi all’Ascolto di Rai1 e nel 1995 gli viene affidata la Responsabilità della Programmazione Operativa del centro di produzione tv di Napoli. Nel 1996 assume il ruolo di Direttore del Centro di Produzione TV di Napoli. Nel 1998 è chiamato a Roma come Direttore di Rai 3, incarico che svolge per due anni. Nell’ambito della sua gestione viene rilanciata la tv dei ragazzi, con il programma Melevisione, con l'arrivo del Gt Ragazzi da Rai 1 e con i prodotti Novecento, Sfide e la serie La Squadra. Nel 2000 è Responsabile dell’unita organizzativa dedicata al Business Unit Fiction Lunga Serialità a basso costo nella Divisione Produzione Tv. Nel 2001 torna a Napoli in qualità di Responsabile del Centro di Produzione Televisiva. Nel corso della propria carriera riceve diversi riconoscimenti nazionali e internazionali, tra cui tre Astrolabium Award e una Grolla d’Oro a Saint Vincent. È stato professore a contratto di “Storia della televisione”. È autore di numerose pubblicazioni sui media.