Gradimento della programmazione

Sintesi Qualitel

L’obiettivo della ricerca è la misurazione del gradimento della nostra offerta sulle diverse piattaforme distributive (tv, web e radio).
La rilevazione sulla programmazione televisiva viene effettuata due volte l’anno ed i dati più recenti si riferiscono al primo semestre 2016.
Le rilevazioni sulle altre piattaforme e il focus sull'offerta tv per i minori sono effettuate una volta l’anno, generalmente in autunno. 
 
 
Qualità dell’offerta TV
 
La qualità percepita della programmazione televisiva è misurata attraverso una indagine quantitativa.
L’indice di qualità complessivo calcolato sui fruitori (base: 6.945) è di 7,7, giudizio molto buono e stabile rispetto all’autunno 2015.
Il giudizio sull’offerta generalista espresso dai fruitori (base: 6.782) è di 7,8, in crescita rispetto alla precedente rilevazione; entrando più in dettaglio, i generi più apprezzati sono la cultura e l’informazione, con valori pari rispettivamente a 8,0 e 7,9. Il genere fiction, film e serie tv è complessivamente in crescita, con un indice di 7,8, con la componente  fiction di produzione nazionale che ottiene il voto più alto (7,9).
Per tutti i generi dell’offerta generalista si registra dunque un livello di gradimento superiore al 7,0 da parte dei fruitori dei programmi e in crescita rispetto all’autunno 2015. 
 

I cinque programmi più graditi dai fruitori per ogni macrogenere analizzato sono:

Informazione: Report, L’erba dei vicini, Storie maledette, 2 Next, TGR Leonardo.
Intrattenimento: Gazebo, Colors, Laura & Paola, La prova del cuoco, L’eredità.
Cultura: La quarta età, Ulisse, Kilimangiaro, Camilleri racconta Montalbano, Elisir.
Fiction di produzione nazionale: Felicia Impastato, Tutto può succedere, Il sindaco pescatore, Luisa Spagnoli, Come fai sbagli.
Fiction e serialità d’acquisto: Il nostro amico Charlie, La casa nella prateria, Legàmi, Criminal Minds, Castle.
Film prodotti da Rai Cinema e/o distribuiti da 01 Distribution (trasmessi nel semestre): Bianca come il latte rossa come il sangue, La gente che sta bene, The tourist, Stai lontana da me, L’arte della felicità;
Sport: 99° Giro d’Italia, Gran Premi di Formula 1, Calcio Coppa Italia, 90° minuto, Pole position.

 
I primi cinque programmi con valutazioni eccellenti (superiori a 8) espresse dai fruitori sono: Report, La quarta età, Ulisse, Kilimangiaro, L’erba dei vicini.

Il giudizio complessivo sull’offerta specializzata espresso dai fruitori (base: 6.325) è in flessione da 7,8 a 7,5. Tale flessione è determinata soprattutto dalla diminuzione della “qualità percepita”(da 7,8 a 7,3), mentre il giudizio relativo alla “capacità di svolgere il ruolo di servizio pubblico” si riduce da 7,8 a 7,6.  Tutti i canali registrano giudizi superiori al 7,0, anche se in calo rispetto all’autunno 2015, mentre l’unico canale il cui gradimento migliora è Rai Premium.
Dal punto di vista della capacità di svolgere il proprio ruolo di servizio pubblico si distinguono per eccellenza di giudizio Rai News24 (7,9) e Rai Storia (7,8). 
 


Qualità dell’offerta online
 
La qualità percepita dell’offerta online viene misurata attraverso una ricerca quantitativa.
L’edizione più recente, relativa all’autunno 2015, riporta un giudizio di qualità percepito sui nostri portali molto buono per Rai.tv (7,6), seguito da Rainews (7,4) e infine da Raisport (7,0). L’app di Rainews è molto apprezzata con 7,9, l’app di Radiorai riceve un punteggio di 7,2.
 
Qualità dell’offerta radio
 
Sulla base della ricerca qualitativa svolta nell’autunno 2015 (ultima edizione completata), l’offerta di Radiorai ottiene un buon apprezzamento e viene percepita in linea con la missione di servizio pubblico da parte di intervistati che si dichiarano conoscitori e fruitori dei canali Radiorai.
 
In questo panorama, le singole emittenti hanno un’immagine piuttosto differenziata.
  • Radio1 ha un profilo percettivo all’insegna della specializzazione nell’attualità, nell’approfondimento giornalistico e nell’offerta sportiva. Il linguaggio adeguato ai temi, comprensibile e accessibile a tutti, la possibilità di interazione, partecipazione e coinvolgimento per gli ascoltatori, e la qualità dei contenuti informativi, sono le dimensioni che determinano l’alto gradimento per Radio1;
  • Radio2 spicca per l’offerta di intrattenimento e i suoi conduttori appaiono divertenti e “riconoscibili”. E’ percepita come una radio che fa compagnia, con cui è gradevole passare del tempo e che riesce a coniugare l’intrattenimento con la serietà dei temi trattati;
  • Radio3 è la radio della cultura, della ricerca dell’eccellenza nei contenuti culturali ed ha il vantaggio di un posizionamento unico e fortemente distintivo raggiungendo per questo un gradimento elevato soprattutto tra il pubblico più impegnato;
  • Isoradio è considerata una radio “di assistenza e servizio”, utile e autorevole nel fornire informazioni “a tutto campo” sul traffico. Secondo gli ascoltatori la sua specifica specializzazione sul traffico e la mobilità può però portarla a divenire monotona e ripetitiva.
 Qualità dell’offerta TV per i minori
 
Sulla base della ricerca qualitativa svolta nell’autunno 2015 (ultima edizione completata), l’offerta televisiva di Rai per i minori registra un ottimo giudizio di qualità percepita e un’indicazione di perdurante superiorità rispetto ai concorrenti. L’offerta Rai per i minori è apprezzata sia dai genitori che dai figli minori perché capace di rassicurare e divertire al tempo stesso. E’ definita “psicologicamente protetta”, consentendo ai genitori una piena tranquillità quando i loro figli sono davanti alla televisione, ma è apprezzata anche da bambini e ragazzi perché, attraverso le sue due reti dedicate, ha programmi considerati divertenti e stimolanti dai relativi target.
 
 
NOTA
La misurazione del gradimento dell’offerta televisiva avviene attraverso la realizzazione di 7.000 interviste personali a domicilio (CAPI) per semestre su un campione rappresentativo della popolazione residente in Italia dai 14 anni in su che dichiara di guardare la tv almeno due volte la settimana.
La rilevazione del gradimento dell’offerta online viene misurato con 4.000 interviste personali via web (CAWI) svolte nel secondo semestre dell’anno su un campione rappresentativo della popolazione italiana utente di internet e conoscitrice dell’offerta Rai erogata via web
Entrambe le rilevazioni, di tipo quantitativo, prevedono l’elaborazione di indicatori sintetici calcolati tramite sofisticati sistemi statistici.
Il gradimento dell’offerta radiofonica e di quella televisiva per minori viene invece rilevato tramite indagini di tipo qualitativo, attraverso una serie di focus group distribuiti sul territorio italiano.

Download