Rai Movie

Tutta un'altra musica

Dieci film a suon di azione, avventura, thriller e sentimenti

di Redazione Rai Movie04 febbraio 2019 ore 17:56
Da martedì 5 a sabato 9 febbraio dieci film in cui l'azione, la suspense, l'avventura, la commedia e l'amore hanno i volti di alcuni degli attori più iconici del cinema. Protagonisti che hanno lasciato un segno con le loro indimenticabili caratterizzazioni, trasformando i propri personaggi in veri e propri modelli di culto. Tra i film in programmazione in prima e seconda serata, martedì 5 febbraio alle 22.45 rivedremo l'ironia demenziale di Kurt Russell diretto dal maestro John Carpenter in Grosso guaio a Chinatown. Mercoledì 6 febbraio, in prima serata, il film d'esordio di Michael Cimino Una calibro 20 per lo specialista, con Clint Eastwood e un giovanissimo Jeff Bridges e, alle 23.35, Come un tuono di Derek Cianfrance con Ryan Gosling e Bradley CooperGiovedì 7 febbraio spazio all'azione e allo spionaggio con Ronin di John Frankenheimer, alle 21.10. Venerdì 8 febbraio, sempre alle 21.10, I segreti di Brokeback Mountain ultrapremiato dramma di Ang Lee con il compianto Heath Ledger e Jake Gyllenhaal. Gangs of New York, sabato 9 febbraio alle 21.10, è l'affresco con cui Martin Scorsese rappresenta la New York del XIX secolo. Per ogni film uno o più attori indimenticabili, personaggi scolpiti nell'immaginario cinematografico, così come alcune delle storie raccontate con maestria da registi che hanno fatto la storia del cinema.


5 febbraio alle 21.10
BLITZ (USA, 2011) - di Elliott Lester
con Jason Statham, Paddy Considine, Aidan Gillen, David Morrissey, Richard Riddel

Avvezzo ai metodi duri, il sergente della polizia di Londra Tom Brant viene incaricato di catturare un serial killer che sta prendendo di mira gli uomini del suo dipartimento. ‘Blitz’, così si fa chiamare l’assassino, coinvolge anche la stampa nei suoi omicidi, per confondere le acque ed eludere la cattura, mentre i poliziotti muoiono uno dopo l’altro. Brant, affetto dalla sindrome da burnout per eccessivo stress da lavoro, si ritrova a dover rispondere a un quesito esistenziale:”Se non sappiamo difendere noi stessi, chi siamo noi?” Tratto da un romanzo di Ken Bruen e interpretato da Jason Statham e Paddy Considine, è un action-thriller in cui l’adrenalina lascia comunque spazio a una riflessione sulla violenza di certi mestieri, capaci di demolire la vita di chi non riesce a gestirne il lato emozionale.





5 febbraio alle 22.45
GROSSO GUAIO A CHINATOWN, (USA,1986) - di John Carpenter
con Kurt Russell, Kim Cattrall, Dennis Dun, James Hong, Victor Wong (II), Kate Burton

Il rozzo, spavaldo e un po' maldestro camionista Jack Burton accompagna il giovane amico Wang Chi all'aeroporto di San Francisco a prendere la fidanzata Miao Yin. Purtroppo, all'aeroporto, Yin viene rapita dalla banda dei Signori della Morte, che vogliono condurla a Chinatown e venderla come schiava. Determinati a salvare la ragazza, i due si addentrano nelle strade di Chinatown dando il via a una serie di scontri con le bande locali, ma anche con i ben più temibili poteri di tre potenti maghi-guerrieri: Tuono, Pioggia e Fulmine. Tra rocambolesche avventure, alla coppia di malcapitati si unisce Gracie Law, un'avvocatessa incontrata all'aeroporto poco prima del rapimento di Miao Yin, l'amico di Wang Eddie Lee e il saggio illusionista Egg Shen, autista di pulman per turisti a Chinatown. Tra passi falsi e colpi di fortuna, l'eterogeneo gruppo cercherà di mettere in salvo Yin e sconfiggere le forze del Male. Quarto dei cinque film che Carpenter e Russell hanno girato insieme - Elvis, Il re del rock (1979), 1997: Fuga da New York (1981), La cosa (1982) e Fuga da Los Angeles (1996) - sebbene gli studi non volessero il protagonista scelto da Carpenter e suggerissero Jack Nicholson e Clint Eastwood. Quando i due attori rifiutarono, John Carpenter ingaggiò Russell che, per girare il film, rifiutò il ruolo di Connor MacLeod in Highlander - L'ultimo immortale. L'unione di commedia, arti marziali e magia ha fatto di Grosso guaio a Chinatown un film di culto, al quale si sono ispirati videogiochi e fumetti, e del quale si parla da tempo per un possibile sequel.


6 febbraio alle 21.10
UNA CALIBRO 20 PER LO SPECIALISTA (USA, 1974) - di Michael Cimino
con Jeff Bridges, Clint Eastwood, George Kennedy, Geoffrey Lewis

Travestito da predicatore, un rapinatore si associa a un giovane sbandato per recuperare la refurtiva di un vecchio colpo. I due sono inseguiti dagli ex complici del rapinatore, anch'essi intenzionati a recuperare il bottino. Quando scoprono che, nelle trasformazioni urbanistiche del luogo, il nascondiglio è stato raso al suolo, decidono di ricostituire la banda per una nuova rapina. L'esordio alla regia di Cimino che anticipa temi e personaggi del suo cinema e ci regala le atmosfere e i paesaggi dell'America on the road di uomini che vivono ai margini e ai margini restano. Un veterano della guerra di Corea, tra i più ricercati rapinatori della contea, e un piccolo criminale, che sopravvive grazie a futili espedienti, danno vita, grazie alla versatilità stilistica e allo sguardo originale di Cimino, a un poliziesco sui generis, un buddy movie capace di passare dalla commedia all'introspezione, dall'azione al dramma. Jeff Bridges, allora venticinquenne, non sfigura accanto al granitico Clint, ma ben rappresenta la disillusione di una generazione senza punti di riferimento che si aggrappa all'amicizia, seppur casuale e temporanea, e a un progetto, seppur criminale, per riempire il vuoto di una vita vagabonda e senza scopo. Un film da non perdere.



6 febbraio alle 23.35
COME UN TUONO (USA, 2012) - di Derek Cianfrance
con Ryan Gosling, Bradley Cooper, Eva Mendes, Rose Byrne

1997: Luke, motociclista acrobatico che si esibisce in spettacoli itineranti, scopre di avere un figlio nato dalla relazione che intrattiene salturiamente con Romina, una bella ragazza del posto. Nel tentativo di riavvicinarsi alla donna e assicurare un futuro al bambino, imbocca la via del crimine. Storia d'amore, crimine e redenzione che Cianfrance affida a Ryan Gosling, con cui aveva già lavorato in Blue Valentine (2010), Eva Mendes e Bradley Cooper, che nello stesso anno è protagonista anche de Il lato positivo, per il quale ottiene una nomination agli Oscar. Nel cast anche Rose Byrne (X-Men - Apocalisse, Insidious - L'ultima chiave) e Ray Liotta.






7 febbraio alle 21.10
RONIN (USA, 1998) -  di John Frankenheimer
con Robert De Niro, Jean Reno, Stellan Skarsgard, Michel Lonsdale, Sean Bean, Natascha McElhone

Cinque mercenari, specializzati in auto, computer e armi, vengono arruolati da una donna irlandese per recuperare una misteriosa valigetta che è nelle mani di un esponente di spicco del crimine organizzato.
Purtroppo, anche i russi e gli irlandesi se ne vogliono appropriare. Ronin è un termine giapponese che indica un samurai senza padrone, così come sono i cinque mercenari, uniti solo temporaneamente da una missione.
Noto per alcuni thriller singolarissimi realizzati negli anni Sessanta e Settanta, come Va’ e uccidi (1962), Operazione diabolica (1966) e Black Sunday (1977) Frankenheimer torna a confezionare con Ronin una pellicola di grande presa ettendo sul piatto tutta una serie di convenzioni tipiche di questa corrente narrativa: il doppio gioco, gli inseguimenti automobilistici, l’imperscrutabilità dei personaggi maschili. Con un cast di prim'ordine e una trama intricata che si dipana attraverso l'Europa, mettendo in scena il territorio geografico delle riprese 'on location', il film si inserisce a pieno titolo tra gli imperdibili per gli appassionati di crime drama e spy story, ma anche per tutti i fan di De Niro, attore invidiabile per longevità artistica e versatilità. 



7 febbraio alle 23.10
REAZIONE A CATENA (USA, 1996) - di Andrew Davis
con Keanu Reeves, Rachel Weisz, Morgan Freeman, Joanna Cassidy, Brian Cox

Eddie è un tecnico di laboratorio che collabora con un gruppo di ricercatori per la realizzazione della fusione a freddo. Grazie a una sua intuizione il progetto si conclude con successo, ma non tutti sono d'accordo sull'eliminazione del petrolio a fronte dell'uso di energia pulita e a basso costo derivata dall'idrogeno. Improvvisamente, Eddie e la sua ragazza, anche lei tra gli scienziati che hanno condotto le ricerche, si ritrovano a fuggire per scampare al massacro che ha sterminato tutti coloro che partecipavano al progetto. Keanu Reeves, Morgan Freeman e Rachel Weisz in un action-thriller dal regista de Il fuggitivo (1993), Danni collaterali (2002) e The Guardian - Salvataggio in mare (2006).





8 febbraio alle 21.10
I SEGRETI DI BROKEBACK MOUNTAIN (USA, 2005) - di Ang Lee
con Jake Gyllenhaal, Heath Ledger, Michelle Williams, Anne Hathaway, Randy Quaid

Tratto dal racconto di finzione Brokeback Mountain di Anne Proulx, il film racconta la storia di Jack Twist, giovane estroverso che si mantiente partecipando ai rodei, e di Ennis Del Mar, ragazzo introverso e senza aspettative, abituato a sopravvivere con lavori stagionali. I due si incontrano nel Wyoming, assunti entrambi da un allevatore per condurre un gregge al pascolo a Brokeback Mountain, nell'estate del 1963. Ennis e Jack si spartiscono i compiti:  uno al pascolo, l'altro al campo, e s'incontrano solo a fine giornata per condividere un pasto caldo e qualche parola. Pian piano, complice la convivenza forzata, i due si avvicinano più di quanto immaginassero e hanno una relazione sessuale. A fine stagione le loro strade si dividono fino al successivo incontro, quattro anni dopo, quando entrambi sono sposati e hanno figli. L'attrazione l'uno per l'altro, però, non è cambiata al punto che Jack propone a Ennis di porre fine ai loro matrimoni per iniziare una vita insieme. Presentato a Venezia, il film di Ang Lee ha vinto il Leone d'oro nel 2005 e, tra i numerosissimi riconoscimenti ottenuti, si è aggiudicato tre Oscar nel 2006: miglior regia (Ang Lee), miglior sceneggiatura non originale (Larry McMurtry e Diana Ossana), miglior colonna sonora (Gustavo Santaolalla). Oltre alla maestria di Ang Lee nel raccontare la profondità di una difficile storia storia d'amore, merito del successo va anche alla splendida colonna sonora e, soprattutto, all'interpretazione dei due protagonisti, Heath Ledger e Jake Gyllenhaal che il film ha definitivamente consacrato come attori di prim'ordine.


8 febbraio alle 23.30
MASTER & COMMANDER - SFIDA AI CONFINI DEL MARE (USA, 2003) - di Peter Weir
con Russell Crowe, Paul Bettany, James D'Arcy, Billy Boyd, Edward Woodall, Chris Larkin

Tratto dalla saga letteraria marinaresca di Patrick O'Brian, incentrata sulle avventure del capitano Jack Aubrey e del medico di bordo Stephen Maturin, Master & Commander è la storia della HMS Surprise, nave della marina reale britannica alla quale, durante le guerre napoleoniche, viene affidata la missione di intercettare la nave corsara francese Acheron. La fregata inglese, al comando del capitano Jack "Lucky" Aubrey e su cui presta servizio come medico di bordo il suo amico dottor Stephen Maturin, si trova nelle acque dell'oceano Pacifico all'inseguimento della nave nemica. Tra sconfitte e imboscate, il capitano Aubrey conduce il suo equipaggio da Capo Horn alle Galapagos in un susseguirsi di scelte tattiche e imboscate per non cedere alla supremazia della nazione avversaria. Dieci candidature agli Oscar per il film di Peter Weir che ne ha ottenuti solo due, miglior fotografia e miglior montaggio sonoro, perché nonostante la qualità del film si è scontrato con Il Signore degli anelli - Il ritorno del Re, terzo capitolo della saga che ha fatto incetta di statuette, ben undici. Le ambientazioni, la fotografia, le bellissime scene d'azione e un cast di prim'ordine hanno fatto di questo film un classico del cinema d'azione e di avventura.



9 febbraio alle 21.10
GANGS OF NEW YORK (USA, 2002) - di Martin Scorsese
con Leonardo DiCaprio, Daniel Day-Lewis, Cameron Diaz, Liam Neeson, John C. Reilly

Nativi americani contro immigrati irlandesi, protestanti contro cattolici. Questo nel 1846 è il teatro dei Five Points, quartiere di New York dove la violenza delle gang armate si sostituisce alla legge, durante la guerra civile americana.
Durante uno di questi scontri per la supremazia nel quartiere, il capo dei nativi Bill Cutting, detto il Macellaio, uccide Padre Vallon, leader dei Conigli morti, risparmiandone il figlio e mandandolo in riformatorio. Dopo sedici anni il giovane ritorna ai Five Points deciso a vendicare la morte del padre ed entra a far parte della banda dei nativi, diventando ben presto il pupillo di Bill. Ispirato a The Gangs of New York: An Informal History of the Underworld, un trattato del 1928 sulle gang armate che popolavano il quartiere newyorkese dei Five Points nell'XIX secolo, il film di Scorsese ha avuto una lunga e travagliata gestazione. A partire dall'idea iniziale che il regista ebbe negli anni settanta e che iniziò a concretizzarsi circa trentanni dopo, fino alla realizzazione che implicò uno sforamento del budget per divergenze creative con i produttori, per continuare in post-produzione e al montaggio fino alla distribuzione nel 2002, dopo tre anni di lavoro. Candidato a dieci Oscar, il film non ne vinse nessuno, pur essendo oggi riconosciuto come uno degli affreschi più interessanti della New York del XIX secolo. Interpretazione magistrale dell'intero cast, su cui primeggia Daniel Day Lewis nell'indimenticabile ruolo del feroce macellaio Bill, alla ricerca di un figlio/erede degno della sua fama. Interamente girato a Cinecittà, dove Dante Ferretti ha ricostruito l'intero quartiere dei Five Points. Imperdibile.




9 febbraio alle 23.55
BELLA ADDORMENTATA  (Italia/Francia, 2012) - di Marco Bellocchio
con Toni Servillo, Isabelle Huppert, Maya Sansa, Alba Rohrwacher, Piergiorgio Bellocchio

Dal fatto di cronaca di Eluana Englaro, in coma vegetativo per diciassette anni e morta il 9 febbraio 2009 per interruzione dei supporti vitali, si snodano le storie di un gruppo di personaggi legati alla vicenda e da questa influenzati. Bellocchio riflette sull’uomo e la sua condizione, sul concetto di libertà e libero arbitrio, in un film problematico e sentito. Cast importante, con il contributo di Roberto Herlitzka, Michele Riondino, Alba Rohrwacher, Gianmarco Tognazzi. Due vittorie alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia 2012: Premio Brian, Premio Marcello Mastroianni (Fabrizio Falco). Due candidature e una vittoria ai David di Donatello 2013: miglior attrice non protagonista (Maya Sansa). Sei candidature ai Nastri d’Argento 2013: regista del miglior film (Marco Bellocchio), migliore sceneggiatura (Marco Bellocchio, Veronica Raimo, Stefano Rulli), miglior attore non protagonista (Fabrizio Falco), miglior attore non protagonista (Michele Riondino), migliore scenografia (Marco Dentici), miglior sonoro in presa diretta (Michele Carito).





 

Altre news