Rai Movie

Dirty Dancing compie 30 anni

Un film Tv per celebrare il cult degli anni '80

di Redazione Rai Movie - 26 ottobre 2017
Il 21 agosto 1987 usciva negli Stati Uniti un film che, nel giro di pochi anni, sarebbe diventato un cult per generazioni di amanti del ballo e non solo: Dirty Dancing di Emile Ardolino, con Patrick Swayze e Jennifer Grey. Girato con un budget ridottissimo e senza attori famosi nel ruolo dei protagonisti, ebbe il merito di aggiudicarsi un Oscar e un Golden Globe per il tema portante della colonna sonora, The Time of My Life, mentre i due interpreti, Bill Medley e Jennifer Warnes, si aggiudicarono un Grammy Award come miglior duetto. Oltre all'enorme successo internazionale, 300 milioni di dollari in tutto il mondo, fu anche il primo film a vendere un milione di copie in home video. Il successo non fu soltanto dovuto alla colonna sonora e alle scene di ballo, ma anche a un ottimo cast di contorno, tra cui Jerry Orbach e Cynthia Rhodes, e alla storia di crescita di un'adolescente che diventa donna anche attraverso il conflitto con un padre molto amato. A distanza di trent’anni, Dirty Dancing ha attraversato indenne intere generazioni, restando un cult anche per aver lanciato definitivamente la carriera dell'indimenticabile Patrick Swayze.

 

Dopo un sequel nel 2004 e una miniserie annunciata nel 2011 e cancellata nel 2015, la ABC ha commissionato un film Tv uscito negli Stati Uniti a maggio di quest’anno. Si tratta di un remake della storia di Frances ‘Babe’ Houseman e Johnny Castle dove la colonna sonora trasforma il film in un vero e proprio musical. Nei panni di Babe c’è Abigail Breslin, candidata agli Oscar a soli 11 anni per il ruolo di protagonista in Little Miss Sunshine, mentre Johnny Castle è Colt Prattes, attore, ballerino venuto da Broadway e arrivato sul grande schermo passando per le serie Tv. Nel cast Bruce Greenwood e Debra Messing nel ruolo dei genitori di Babe. Il consiglio per i fan del film è di non fare confronti con l’originale e godersi musica e atmosfere di questo omaggio che ha  pregi e difetti di un prodotto televisivo. Tra i pregi, oltre alla coreografie e all’approfondimento di alcuni personaggi secondari, c’è anche la bella prova dell’attrice protagonista, il cui aspetto rotondo ci restituisce una Babe adolescente più vicina alla realtà delle adolescenti/modelle protagoniste di tante pessime serie tv e altrettanto pessimi teen movie.

Alle 21.10
Dirty Dancing (Usa, 2017)
di Wayne Blair
con Abigail Breslin, Colt Prattes, Nicole Scherzinger, Bruce Greenwood, Debra Messing

Altre news