A 17 anni frequenta la “Scuola di Teatro” del “Teatro Stabile di Genova”. E’ in questo teatro che debutta in “Madre Courage e i suoi figli” di B. Brecht, nella stagione 1970/71. Sempre allo Stabile seguono sette stagioni teatrali che comprendono testi di Moliere, Pirandello, Shakespeare, Goldoni, al fianco di attori come Lina Volonghi, Alberto Lionello, Giorgio Albertazzi, Lea Massari. Nel 1977 debutta con “Recitarsi addosso” uno spettacolo di cabaret al “Refettorio” di Milano con Beppe Grillo. Nel 1979 debutta in tv in “Luna Park” (Rete tv 1), varietà condotto da Pippo Baudo. Nello stesso anno, debutta al cinema nella commedia “Io zombo, tu zombi, lei zomba”. Nel 1980 è tra i protagonisti del film “La moglie in vacanza…l’amante in città”. Nel 1981 partecipa al programma televisivo “Gran Canal” (Rai 2) condotto da Corrado. Seguono, tra il 1981 e il 1983 alcune commedie brillanti per la tv: “Le Pillole d'Ercole”, “Due Dozzine di Rose Scarlatte”, “La Zia di Carlo”, “La Pulce nell'orecchio”. Nel 1982 fonda il “Trio” con Anna Marchesini e Massimo Lopez, che ottiene un enorme successo di pubblico, dapprima alla radio con il varietà “Helzapoppin” (Radio Due), poi in tv, con “Tastomatto”, “Domenica In” (1984-1985). Tra il 1986 e il 1987 il “Trio” è nel cast di “Fantastico Sette” e l’imitazione di Tullio Solenghi dell'Ayatollah Khomeini provoca l'indignazione internazionale e addirittura minacce di morte all'attore da parte di integralisti islamici. Questo però non ferma il Trio che continua a lavorare senza sosta, sbarcando addirittura al Lincoln Center di New York e a Buenos Aires, arrivando al “Festival di Sanremo” nel 1986, nel 1987 e nell’ ’89. Sempre con il “Trio” tra il 1987 e il 1991 realizza due spettacoli teatrali che ottengono il record di incassi: “Allacciare le Cinture di Sicurezza” e “In Principio Era il Trio”. Nel 1990 la miniserie tv “I Promessi Sposi”, realizzata dal “Trio”, registra l'ascolto record di 14 milioni di telespettatori. Il “Trio” si scioglie nel 1994. Nel 1994 presta la voce al personaggio di “Scar”, nel cartone animato di Walt Disney “Il Re leone”. Nel 1995 Solenghi pubblica il romanzo “Uno e trino” che racconta l'intera esperienza del “Trio”. Nello stesso anno, in coppia con la Marchesini, è autore ed interprete del tv-movie in due puntate “La Rossa Del Roxy Bar” (Rai 1). Dal 1996 per 5 anni consecutivi è testimonial di una pubblicità-cult per la “Lavazza” al fianco di Riccardo Garrone. Nel 1996 Solenghi è l’operaio “Tunin” nel film di Lina Wertmüller: “Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica”. Dal 1996 conduce, per due edizioni (fino al ’98), “Striscia La Notizia” al fianco di Gene Gnocchi. Nella stagione 1996/97 interpreta “Due di Noi” con Anna Marchesini al “Piccolo Eliseo” di Roma riscuotendo enorme successo. Nel 1997 Solenghi è protagonista della fiction “Primo Cittadino” (Rai 2). Nella stagione teatrale 1997/98 ottiene enorme successo con il musical “Frankenstainmusical” di cui è anche uno degli autori. Nella stagione 1998/99 conduce con Gian Carlo Magalli “Domenica In”. Nel giugno del 1999 debutta in teatro con “Insalata Di Riso”, che dopo una fortunata tournèe in tutt'Italia sarà trasmesso in tv. Lo spettacolo è tutt'ora attivo, avendo ormai superato le 150 repliche. Nella stagione televisiva 2000/2001: è ospite fisso del programma “Convescion” (Rai 2) con i personaggi di “Giampiero Mughini” e del “Cardinal Vesponi”. Nella stagione 2001/2002 è ospite del programma “Quelli che il Calcio” (Rai 2), con due nuovi personaggi: “Briatore” e “il calciatore Tommasi”. Nella stessa stagione prende parte anche a “Convenscion a colori” (Rai 2) con i personaggi di “Luca Giurato”, la “Iervolino” ed “Enzo Biagi”. Dal 2002 al 2005 torna a fare coppia con Massimo Lopez: “Max e Tux” (sitcom - Rai 1); “La Strana Coppia” (a teatro) e alla conduzione di “Striscia la notizia” (Canale 5). Dal 2003 presenta “l premi E.T.I. - Gli Olimpici del Teatro” (importante riconoscimento per il teatro italiano). Nella stagione teatrale 2005/2006 interpreta il ruolo di Petrucchio nello spettacolo “La Bisbetica Domata”. Dal 2006 al 2009 è al teatro con gli spettacoli: “L’ultima radio”, “Le nozze di Figaro”, “Italiani si nasce e noi lo nacquimo…”. Il “Trio” si riunisce nel 2008 in occasione dello spettacolo televisivo: "Non esiste più la mezza stagione" (Rai 1) che ricorda i venticinque anni dalla fondazione del gruppo. Dal 2008, per alcune edizioni, presenta “I David di Donatello”. Nel 2009 Solenghi è tra i protagonisti della serie tv “Distretto di polizia 9” (Canale 5), nel 2011 è al cinema con Checco Zalone nel film “Che bella giornata” e nel 2014 interpreta il “Sindaco Belgrano” nella fiction “Furore” (Canale 5). Nella stagione teatrale 2011/2012 è in scena con: “L’Apparenza Inganna” di F.Veber del quale cura anche regia e adattamento. Il 2012 segna anche il suo ritorno al teatro Stabile di Genova come interprete di “Moscheta” del Ruzante e nella stagione 2013/2014 è ancora a teatro con “I ragazzi Irresistibili” di N. Simon e nel “Tartufo” di Moliere. Nella stagione teatrale 2014/2015 interpreta il ruolo di “Antonio Salieri” nello spettacolo “Amadeus”, sulla vita di Mozart. Nel 2015 è ospite, in coppia con Massimo Lopez, di una puntata del programma: “Gli italiani hanno sempre ragione” (Rai 1) ed è il giudice della prima puntata del “Boss dei comici” (LA7). Nel 2016 partecipa alla serie tv “Come fai sbagli” (Rai 1).