Fiorello mattatore a Sanremo

05 febbraio 2020 ore 01:20

Lo aveva promesso e lo ha fatto: per onorare la scommessa fatta ieri sera in caso di successo di ascolti della prima serata del Festival, Fiorello scende la scalinata dell'Ariston con tacchi, parrucca bionda, abitino bonton nero e l'immancabile caramella in bocca...travestito da Maria De Filippi nel divertimento generale, compreso quello del direttore artistico e conduttore della manifestazione, Amadeus, che non trattiene le risate.
Lo showman, ospite fisso della 70ª edizione del Festival della Canzone Italiana, è sempre più il mattatore di questo Sanremo 2020.

«Mi sono guardato allo specchio: sembro Boris Johnson piastrato», scherza. Poi imita lo stile della popolare conduttrice, sedendosi sulle scale. Arriva addirittura in diretta la telefonata della stessa De Filippi, che dapprima si complimenta con Amadeus e poi recita la formula "Buonasera, benvenuti al 70° Festival di Sanremo" mentre Fiorello muove le labbra doppiandola.




E non finisce qui, perché nella seconda serata di Sanremo 70, Fiorello ne ha combinate di tutti i colori. Papillon e giacca di velluto rossa, si improvvisa ballerino sul palco dell'Ariston e, insieme al 'suo' corpo di ballo, si esibisce in una spettacolare coreografia sulle note di "Stayin' alive" dei Bee Gees! Scherza con Amadeus e poi canta un inedito, "La classica canzone di Sanremo", in cui ricorda l'esperienza all'Ariston del 1995. Standing ovation e lungo applauso per lui.



E poi, un ultimo fuori programma: approfittando della presenza in sala all'Ariston dell'amico Nole Djokovic, il campione serbo di tennis fresco vincitore degli Australian Open, Fiorello lo invita a salire sul palco, lo coinvolge nel palleggio e poi nel canto sulle note di "Terra promessa" di Eros Ramazzotti.

Altre news