L'ultima conferenza stampa di Sanremo 2020

09 febbraio 2020 ore 13:50

L'ultima conferenza stampa di Sanremo 2020 si è soffermata sul commento della serata finale del Festival, sul bilancio dell'edizione appena conclusa e sul futuro della manifestazione. Presenti nella sala stampa del teatro Ariston, il direttore e vicedirettore di Rai1 Stefano Coletta e Claudio Fasulo, il direttore artistico e conduttore Amadeus, il presidente di Rai Pubblicità Antonio Marano ed il direttore di Rai Digital e RaiPlay Elena Capparelli. Con loro anche il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri.

Rivedi la conferenza stampa >>


SERATA FINALE, È BOOM DI ASCOLTI: La serata finale del Festival di Sanremo, che ha incoronato vincitore Diodato, è stata seguita in media ieri su Rai1 da 11 milioni 477mila spettatori con il 60.6% di share. Per la finale si tratta della media più alta dal 2002.
La prima parte della serata (dalle 21.32 alle 23.52) ha fatto segnare 13 milioni 638mila telespettatori con il 56.8% di share, la seconda (23.57-1.59) 8 milioni 969mila con il 68.8%. 
Il picco di ascolto, in valori assoluti della finale di Sanremo 2020, è stato raggiunto alle 21.45, con 15 milioni 367mila telespettatori, durante lo scambio di battute tra Amadeus e Fiorello e la presentazione di Irene Grandi. All'1.38 è stato toccato il picco in termini di share, con il 76.8%, mentre Fiorello ricordava il cantante Bruno Martino. 

Record anche per "Sanremo Start" (in onda dalle 20.54 alle 21.28) con 12 milioni 452mila telespettatori ed il 48.2% di share e per la striscia "PrimaFestival" con 8 milioni 988mila persone davanti allo schermo ed il 37.1% di share.
«È uno strabilancio, potremmo parlare di record del millennio. Dobbiamo tornare al '99 per avere una media complessiva di share delle cinque serate del 54,94%», fa notare il direttore di Rai1 Stefano Coletta all'indomani della finale del 70° Festival di Sanremo. «Non bastano le parole per Amadeus, grande padrone di casa, e il ringraziamento a Fiorello per essersi messo in gioco per la sua amicizia con Amadeus e lo spirito di collaborazione con la Rai. La vittoria spetta ad Amadeus, a Tiziano Ferro, a tutta la squadra di lavoro, gli autori, il vicedirettore Fasulo, la produzione, tutti i settori coinvolti», ha concluso.  


SANREMO 2020, RECORD ASSOLUTI PER RAIPLAY E SOCIAL: La diretta streaming su RaiPlay della serata finale del Festival di Sanremo 2020 ha generato quasi 1 milione 100mila visualizzazioni, record assoluto per una diretta di un programma/evento televisivo.
I picchi sono stati generati all'1.29 con l'ultimo monologo di Fiorello sui giovani e la musica trap, con oltre 154mila device collegati contemporaneamente (misurazione Auditel sui device digitali).
In particolare la visione delle 5 serate, registrata da Auditel, ha rappresentato più del 50% di tutto il tempo speso sui canali in diretta delle piattaforme digitali.
I contenuti di RaiPlay dedicati al Festival nella giornata dell'8 febbraio hanno generato su YouTube 21,7 milioni di visualizzazioni on demand, con un più 73% rispetto alla stessa giornata 2019. Notevole successo anche per "L'AltroFestival" - il programma con Nicola Savino in onda in esclusiva sulla piattaforma digitale - grazie al quale RaiPlay si posiziona nella top ten digitale dei canali tv.
Il Festival si conferma l'edizione più coinvolgente anche sui social. Nelle cinque giornate sono stati superati i 21,7 milioni di interazioni social, con un risultato in crescita del 47% rispetto al 2019. E ieri, con 5,4 milioni di interazioni totali, Sanremo registra performance in crescita vs la giornata finale dell'edizione 2019 (+38%). Si conferma l'aumento su tutti i social: Facebook (+20%), Instagram (+38%) e Twitter (+47%). 
Sono stati oltre 2 milioni i tweet con l'hashtag #Sanremo2020 durante le serate del Festival.


LA SODDISFAZIONE DEL DIRETTORE ARTISTICO: «Sono l'uomo più felice del mondo - dice Amadeus in conferenza stampa - . Perché è vero che ho realizzato un sogno e tutto quello che è accaduto è quello che io volevo realizzare fin da agosto. È stata una scommessa perché il numero 70 imponeva di fare qualcosa di diverso, di speciale. La Rai mi ha dato totale fiducia e io credo di aver ripagato questa fiducia». Il direttore artistioco e conduttore ringrazia poi tutta la squadra che ha lavorato con lui all'edizione 2020: con un lungo applauso la sala stampa ha voluto tributare, nei confronti di Amadeus, l'apprezzamento per il 'suo' Sanremo. Un omaggio dei giornalisti che ha commosso il conduttore.
Poi il presidente di Rai Pubblicità, Antonio Marano, usa una metafora calcistica per sottolineare il successo del Festival consegnando un pallone ad Amadeus, così come si fa con i calciatori che segnano una tripletta.

Dobbiamo aspettarci dunque un Amadeus bis? «Io gestirò Rai1 fino a fine agosto e poi passerò al prime time delle tre reti. Bisogna sedersi a un tavolo per distanziare la decisione da questo meraviglioso risultato. Per me sarebbe auspicabile perché Amadeus ha fatto un lavoro straordinario. Però ne dovremo parlare», risponde Coletta, direttore della prima rete della Rai.

Altre news