collaborazione di Alessia Marzi e Ilaria Proietti

Catania affonda sotto il peso di 1,6 miliardi di debiti. È il più grande Comune italiano mai andato in dissesto. Napoli rischia di fare la stessa fine, con 2,5 miliardi di debiti. Non se la passano molto meglio neppure a Torino che, con oltre quattro miliardi di rosso, è il Comune più indebitato d’Italia. Che succede nei Comuni italiani? Succede che, dopo anni di tagli ai trasferimenti pubblici alle amministrazioni locali, i nodi vengono al pettine. E i sindaci, per far quadrare i conti, si sono messi a fare bilanci “creativi”.

NOTA DEL 14/12/2018
Ci scrive il Circolo Nautico Posillipo di Napoli, per precisare che “la struttura del Circolo è rientrante solo in parte tra i beni vendibili del Comune di Napoli, poiché per 2/3 della superficie essa è nella disponibilità del Demanio” e che l’affitto totale ammonta a 12mila euro mensili. Inoltre, scrive l’associazione, “la quota sociale del Circolo Posillipo è pari ad euro 1.440 e non 1.900 annui” , e tutti i costi di gestione sono a carico dell’associazione. Infine il Circolo Posillipo ci comunica “ha già esercitato il diritto di prelazione per l'acquisto della sede, a riprova della bontà del nostro operato soprattutto sportivo e quale contributo al miglioramento del tessuto sociale di Napoli”. 
Ringraziamo il circolo nautico Posillipo per le sue precisazioni. Nel servizio non abbiamo mai messo in dubbio la bontà dell'operato dell'associazione. Riguardo ai dati, nella nostra inchiesta riportiamo quanto contenuto in fonti ufficiali del Comune di Napoli, che nell'area amministrazione trasparente certifica un canone di affitto - per la parte di sua competenza - di 6038,01 euro. Cifra decisa dall'amministrazione comunale, non certo dal Circolo, e ritenuta dalla Corte dei Conti nettamente inferiore ai valori di mercato.