Alba Parietti

Alba Antonella Parietti, nata a Torino nel luglio del ’61. La madre, Grazia Dipietromaria è artista introversa, dalla personalità complessa. Il padre di origine contadine, forte, coraggioso, colto, partigiano con il nome di battaglia "Naviga", chimico. La sua guida spirituale era Don Andrea Gallo discusso e leggendario prete di strada.
Figlia unica, molto amata e viziata da entrambi i genitori, nonostante il rapporto difficile con la madre. Debutta in teatro a Torino a soli 14 anni, con una commedia di Oscar Wilde: “L’importanza di chiamarsi Ernesto” nel ruolo di Cecily Cardew, pupilla di Jack.
Da qui, inizia la carriera radiofonica e televisiva a soli 15 anni, nelle emittenti private torinesi con Piero Chiambretti, mentre prosegue gli studi presso il Liceo Artistico di Torino. Il suo compagno di asilo era Marco Travaglio. Il suo primo corteggiatore a scuola Marco Zatterin figlio di Ugo, e di gioventù di Piero Fassino e Marco Rizzo. Debutta nelle tv nazionali nell’82, su Rai Due con Gianni Boncompagni nella trasmissione “Galassia due”. Boncompagni, suo scopritore, la rilancia nel gota televisivo con il programma cult “Macao”, entrato nella storia della televisione. Dopo svariate apparizioni in show su emittenti nazionali, arriva un grande successo per la sua immagine, nell’ultima trasmissione condotta dal grande Enzo Tortora: “Giallo”, Alba Parietti è Mystiria. Ma il grandissimo successo arriva con i mondiali ’90 alla conduzione di “Galagoal”, dove entra nell’immaginario collettivo di tutti come l’Alba nazionale. Per molti anni resta al timone del programma introducendo sullo schermo un nuovo stile di conduzione dei programmi sportivi, che nel ‘94 porterà con se alla guida della trasmissione più vista dell’anno: “Serata mondiale”, con lei Valeria Marini. Ha presentato al fianco di Pippo Baudo, Brigitte Nilsen e Milly Carlucci nel ‘92 il Festival di Sanremo. L’anno seguente torna a Sanremo per la conduzione del “Dopo Festival” e nuovamente nel 2004 con Bruno Vespa. Nello stesso anno conduce con Toto Cutugno “Domenica In”. Dalla “Piscina”, discusso programma di Rai tre, sarebbe infinita la lista delle trasmissioni condotte in questi anni da Alba che ha alternato al mestiere di presentatrice e showgirl quello di cantante, attrice protagonista di tre importanti pellicole. Ma anche una lunga tournee teatrale nello spettacolo: “Nei panni di una bionda”, dove si cimenta nel ruolo di un uomo che ritorna per castigo sulla terra nelle vesti di una donna. Scrive due libri editi da Mondadori con ottime critiche. La seconda opera: “Da qui non se ne va nessuno” è un libro autobiografico, che racconta della sua famiglia attraversando la storia d’Italia negli ultimi cento anni. Ottime le recensioni e l’apprezzamento del pubblico. Autrice degli ultimi due programmi da lei condotti: Grimilde e Alba allo scuro. Negli ultimi anni è opinionista in trasmissioni di diverso genere ma sicuramente molto apprezzata e richiesta nel talk sociali e politici, da Bruno Vespa a Michele Santoro a Lilli Gruber. Personaggio camaleontico, dalle mille sfaccettature nonostante la sua complessità ha mantenuto inalterata, nel corso di una lunga carriera la sua credibilità e la sua schiettezza, schierandosi sempre con le fasce più deboli. Per mantenere salde le sue convinzioni ideologiche ha rifiutato importanti occasioni, rinunciando a contratti milionari. Proprio per questo così apprezzata e stimata nel panorama intellettuale italiano.
Musa di disegnatori, cantanti e scrittori, solo per citarne alcuni: Ammanniti, Vasco Rossi, Manara che si sono ispirati a lei per le loro creazioni. Ha un figlio Francesco di 35 anni. Tra i suoi amori più importanti: Franco Oppini, Stefano Bonaga, Jody Vender, il principe siciliano Giuseppe Lanza di Scalea (discendente della famiglia Florio), Maurizio Salvadori, Christopher Lambert e Cristiano De Andrè. 

Marcello Nuzio

Marcello Nuzio nasce ad Alessandria il 17 giugno 1987. La sua passione per il ballo gli viene tramandata dai suoi genitori, che pur non essendo professionisti ma semplici appassionati, decidono di iscrivere sia lui che la sorella in una scuola di ballo della città.  Aveva solo 6 anni e diventa subito la mascotte della scuola.

Ha sempre portato avanti due attività sportive: dapprima il nuoto, che in seguito farà a livello agonistico sino all’età di 10 anni, e il ballo che proseguirà negli anni a discapito nuoto. Intraprende la sua carriera di ballerino con il ballo liscio piemontese, danze standard e le danze latine, per poi dedicarsi maggiormente a queste ultime.
Inizialmente ha cambiato diverse partner di ballo poiché la sua statura non gli permetteva di trovare la ballerina adatta, essendo molto piccolo. Nel 1999 ottiene la sua prima finale al campionato italiano nel Liscio Piemontese, per poi proseguire nel 2000 nella categoria successiva dove si classifica terzo al campionato italiano di Liscio Piemontese classe A e sesto nelle danze Latino Americane. Alla fine dell’anno 2001 inizia a ballare con la sorella, più grande di due anni. Balleranno insieme fino al 2010, vincendo da subito molte competizioni a livello nazionale e arrivando in breve tempo alla classe A1. Nel 2011 inizia a ballare con l’attuale compagna di ballo e di vita Anna Martynova, ottenendo subito il terzo posto al campionato Italiano e la classe AS nelle danze Latino Americane (la classe più alta). Da li la sua carriera prende il volo entrando in moltissime finali di gare internazionali in Russia, Spagna, Grecia, Giappone, Portogallo e Germania. Da quest’anno sono passati nella categoria professionisti classe Master e sono entrati immediatamente tra le prime venti coppie al Campionato del Mondo svoltosi a Mosca a dicembre 2016.
Subito dopo aver preso il diploma all’età di 19 anni apre la sua scuola di ballo, inizialmente gestita che con la sorella e successivamente nella nuova sede di Alessandria insieme alla sua compagna Anna Martynova. Ballerino versatile, da sempre ama cimentarsi nelle diverse discipline, avvicinandosi così a stili diversi, tra cui: le danze caraibiche (salsa, bachata, merengue e kizomba), il tango argentino e le danze artistiche.
Nel 2006 partecipa come ballerino alla trasmissione di Gianni Morandi su RAI 1 “Non facciamoci prendere dal panico”. Ottiene grande visibilità nell’undicesima edizione di Ballando con le Stelle, partecipando a diverse puntate in qualità di maestro delle “Ballerine per una notte”.  Nel 2017 entra ufficialmente nel cast della nuova edizione del programma di Rai Uno.