Lo sci alpino azzurro parte male

Per Fill e Paris in combinata fatale la prova di slalom

News del 13 febbraio 2018 ore 09:20

Partenza falsa dello sci azzurro ai Giochi invernali di PyeongChang.

Dopo giorni di rinvii a causa del vento, nella quarta giornata di gare l'alpino ha preso il via con la combinata che però non ha regalato gioie all'Italia: decisivo lo slalom, fatale per Peter Fill e Dominik Paris che, sesto e ottavo dopo la manche della libera, sono usciti.

Il migliore dopo la discesa era stato Cristof Innerhofer, quinto, ma con lo slalom perde posizioni e chiude 14°.

"Entrare nei primi tre era impossibile. L'ho capito a metà gara. Per un discesista che ama fare slalom su questa pista era impossibile".

Non nasconde la delusione per il 14° posto nella combinata dei Giochi Olimpici di Pyeongchang l'azzurro Christof Innerhofer, il migliore dell'Italia Team (Fill e Paris sono 'saltati' nella prova tra i pali stretti).

Dopo la libera era sesto. "Nello slalom ho provato a spingere - spiega - ma gli sci ballavano, un tremolio continuo. Non avrei detto che gli slalomisti fossero così avvantaggiati. Speravo di sfruttare meglio questa chance però questa è una neve bastarda. Nella discesa e nel superG però è completamente diverso".
 

Altre news