il giro d'italia

09-05-2017 00:00

Visconti: 'Nibali sta bene'

il giro d'italia

09-05-2017 00:00


Visconti: 'Nibali sta bene'

Il compagno di squadra: 'A Vincenzo manca poco per essere al top'


"E' andata come speravamo, abbiamo perso niente contro i rivali. Non e' facile essere subito competitivi, siamo soddisfatti".

Giovanni Visconti riassume cosi' l'aria che si respira in casa Bahrain-Merida al termine del primo arrivo in salita del Giro del Centenario.

Sull'Etna, Vincenzo Nibali ha tentato l'assolo senza pero' pungere davvero gli altri big: "Gli manca ancora qualcosa per essere al top, che colma con la sua forza mentale - spiega a Raisport il 34enne nato a Torino e trapiantato a Palermo - Correva in casa e voleva dare spettacolo per la sua gente. L'arrivo di domani a Messina? Non bisogna farsi prendere dall'euforia, siamo qui per vincere e non si puo' permettere di prendere rischi. Se nel finale ci sara' la possibilita', davanti ai suoi tifosi Vincenzo non si tirera' indietro".

Sull'allungo dello 'Squalo': "Ero sfilato, ho sentito dalla radio l'attacco di Vincenzo. Secondo me stava bene e non ha dato tutto, ha fatto un test andato anche oltre le aspettative. A inizio Giro non si svelano tutte le carte". Visconti, infine, assicura che non c'e' alcun 'odio' sportivo tra Nibali e Quintana: "C'e' la rivalita' che deve esserci tra due grandi campioni, senza la cattiveria di cui si parla. Dopo l'attacco di Vincenzo ci aspettavamo quello di Nairo, che per fortuna non c'e' stato".