il giro d'italia

25-05-2018 17:03

Straordinario Froome

il giro d'italia

25-05-2018 17:03


Straordinario Froome

Arriva in rosa sul Jafferau dopo una fuga di 83 km


Chris Froome ha vinto per distacco la 19ª tappa del Giro, la Venaria Reale-Bardonecchia di 185 chilometri con l'ultimo arrivo in salita.

In classifica generale, adesso Froome precede di 40" l'olandese Tom Dumoulin, secondo; il francese Thibaut Pinot è terzo a 4'17"; il colombiano Miguel Angel Lopez quarto, a 4'57"; l'ecuadoriano Richard Carapaz quinto, a 5'44"; Domenico Pozzovivo sesto, a 8'03"; lo spagnolo Pello Bilbao settimo, a 11'08"; l'austriaco Patrick Konrad ottavo, a 12'19"; il neozelandese George Bennett nono, a 12'35"; l'olandese Sam Oomen decimo, a 14'18".

FROOME - "Non ho mai fatto qualcosa del genere, mai attaccato da così lontano. Mi sentivo bene, sapevo di essere 3' indietro, mancava tanta strada per il traguardo, ma sapevo che dovevo fare qualcosa di straordinario per vincere il Giro".

"Aspettare l'ultima salita per attaccare non era abbastanza, ho aspettato per fare qualcosa di più pazzo. Sentivo buone gambe e ho visto che dietro avevano delle difficoltà". "La partenza è stata difficile per me, ho aspettato il momento giusto per scattare e il momento giusto era oggi".

Impresa del britannico Chris Froome che, nella giornata più nera della maglia rosa Simon Yates, ribalta la classifica e si va a prendere la leadership della classifica generale. Froome è partito da solo, sullo sterrato, a 82 km dall'arrivo scollinando per primo sulle Finestre, sul Sestriere e arrivando a Bardonecchia a braccia alzate.

Froome ha preceduto sul traguardo Richard Carapaz di 3', il francese Pinot di 3'07", il colombiano Lopez Moreno di 3'12". Quinto Tom Dumoulin a 3'23". L'olandese aveva anche indossato la maglia rosa virtuale nel corso della tappa per il crollo di Yates giunto a quartanta minuti. Crolla anche Domenico Pozzovivo a oltre 8' dal vincitore. Chris Froome è in rosa con 40” sul vincitore del Giro 2017 Tom Dumoulin e 4’17”` su Pinot.

Domani ventesima tappa, da Susa a Cervinia, ultimo arrivo in salita, di 214 km con 4000 metri di dislivello negli ultimi 50 km in cui si deciderà il Giro prima della passerella di Roma.