22/11/2019

Notizie TGR:

IL CAMMINO DI FRANCESCO

Il programma e il senso della visita del Papa a Cagliari

PAPA FRANCESCO


C’era una volta… un Papa giunge in Sardegna, scende dall’aereo e ad attenderlo trova una 500L, una piccola utilitaria. Così come avvenuto in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù, a Rio de Janeiro, dove lo stesso Papa viene visto attraversare l’immensa folla acclamante a bordo di una minuscola Fiat Idea.


 

Non è una favola, anche se fino a non molto tempo fa poteva sembrarlo: è quanto accadrà realmente a Cagliari, per la visita pastorale che scandisce di fatto il giro di boa dei primi sei mesi di un pontificato che sta cambiando la Chiesa e il mondo. Il Papa ha scelto di chiamarsi Francesco, e questi che possono apparire dettagli marginali, nel 2013 d. C. sono invece le classiche questioni di forma cui corrisponde la sostanza delle cose.


 

La parola chiave è credibilità: anche attraverso questo genere di segni Jorge Mario Bergoglio si sta spontaneamente imponendo come il personaggio più rilevante nella mappa spirituale non solo del popolo di Dio, ma anche tra i non credenti. Una sorta di àncora di salvezza, in un passaggio storico che vede gran parte delle altre istituzioni e agenzie di senso mute o - peggio - inascoltate. Tanto che, sulla spinta di questa naturale credibilità popolare, persino i potenti della terra sono indotti a fare i conti con la parola e l’esempio che provengono dal Vescovo di Roma.

 


E’ in questo preciso senso che le dieci ore di Francesco in Sardegna saranno chiaramente paradigmatiche dell’intero spirito di un magistero, a cominciare dal momento centrale – e motivo ispiratore – della visita: l’omaggio a Nostra Signora di Bonaria, con la Santa Messa celebrata nel piazzale antistante il Santuario. Essa intende stabilire una fratellanza, fondata sulla fede e sulla tradizione, tra Cagliari e la città natale di Francesco, perché Buenos Aires prende il suo nome proprio dall’icona della Madonna di Bonaria. Ma soprattutto il tempio è stato a lungo la sede dei Mercedari, un antico ordine di mendicanti fondato a Barcellona nel 1218 da san Pietro Nolasco. Ecco quindi che l’atto principale dell’itinerario sardo del Pontefice richiama il tema della povertà, cioè ci riconduce al cuore stesso della pastorale di Francesco. E d’altra parte il programma della visita è stato tracciato personalmente dallo stesso Bergoglio, come rivelato dall’arcivescovo di Cagliari Arrigo Miglio.


 

I poveri, dunque, e sempre nel segno della austerità; così come per la visita a Lampedusa, in coerenza con la predicazione di Cristo e con una Chiesa che si vuole anzitutto al servizio degli ultimi. E poi il lavoro: proprio perché è nel mondo del lavoro che si consumano i drammi più angoscianti del nostro tempo, il Papa ha voluto che siano diecimila lavoratori ad accoglierlo in via Roma. Nel corso dell’incontro prenderanno la parola un disoccupato, un rappresentante del mondo agropastorale e un imprenditore, per offrire al Pontefice un quadro completo della situazione economica dell’isola, tra fallimenti, prospettive, speranze.


 

Poi la messa a Bonaria con oltre centomila pellegrini attesi, arrivati in città a bordo di 600 pullman, in treno o con mezzi propri. Assieme a Francesco concelebreranno tutti i vescovi della Sardegna e centinaia di sacerdoti provenienti da tutte le diocesi. Il compito di confezionare le decine di migliaia di ostie è stato affidato alle suore Sacramentine di Cagliari. Però il Papa, come sua abitudine, non distribuirà la Comunione ai fedeli: attenderà nel silenzio e nella meditazione la conclusione della liturgia, prima di impartire la benedizione e procedere infine alla recita dell’Angelus.


 

Nel primo pomeriggio ecco ritornare il riferimento ai dimenticati: nella Cattedrale di Cagliari il Pontefice incontrerà una delegazione di detenuti del carcere di Buoncammino, del minorile di Quartucciu e un piccolo gruppo di poveri e volontari della Caritas diocesana. Poi, dopo l'appuntamento con il mondo della cultura previsto alla Facoltà teologica, l’evento finale, al largo Carlo Felice, sarà dedicato ai giovani, quasi a voler dare seguito e compimento alla Giornata Mondiale della Gioventù. Sul palco saliranno otto ragazzi per una sorta di question time con il Papa, al quale sottoporranno una serie di domande a risposta immediata sui temi più sensibili del mondo giovanile. C’è da scommettere che, in una circostanza in cui la caratura umana del Papa sarà libera di esprimersi, le parole di Francesco sapranno di nuovo stupire il mondo. Confermando così la recente frase di Benedetto XVI: “Il carisma dimostrato da Papa Francesco mi convince che la mia rinuncia, dettata da Dio, è stata una giusta scelta”. La visita pastorale a Cagliari, in questa illuminata visione superiore, appare una nuova tappa di quel cammino bimillenario che, attraverso percorsi accidentati e non sempre uniformi, ha condotto la Chiesa universale fino al nostro tempo.


 

Rodolfo Lorenzoni

Tgr
  • CAMPAGNA TGR

  • ITALIA DELLA LEGALITA'

    Una settimana dedicata alla legalità: l’intera Tgr, regione per regione, è stata impegnata in servizi, inchieste, dirette, approfondimenti. La campagna di informazione si è conclusa con una edizione speciale del Settimanale, in onda a diffusione nazionale.
       
    GUARDA I SERVIZI

    GUARDA IL SETTIMANALE

  • BUONGIORNO ITALIA

  • Tanti piemontesi in fila davanti alla camera ardente delle vittime dell'attentato di Tunisi. Nel primo pomeriggio i funerali a Torino e Novara. Stanno intanto rientrando i feriti: tra questi una torinese, salva perché è rimasta 2 ore nascosta sotto i cadaveri dei compagni di viaggio.

    La maggioranza della Pirelli passa ai cinesi della ChemChina che presto lanceranno un'opa totalitaria a 15 euro per azione al termine della quale il titolo verrà ritirato da Piazza Affari. Il completamento dell'assetto avverrà entro l'estate.

    Un ragazzo di quindici anni è morto a Monza, la madre è in coma. La colpa di un automobilista, alla guida di un suv grigio, che non ha rispettato la precedenza provocando un incidente con 5 auto coinvolte. Poi ha proseguito la corsa senza fermarsi; i vigili urbani lo stanno cercando.

    Roma e Lazio ancora ad un punto di distanza, che significa accesso o meno alla Champions. La Sampdoria vince ancora battendo l'Inter e sorpassa così il Napoli, bloccato su un pareggio dall'Atalanta. Pareggio anche tra Fiorentina e Udinese (2-2), mentre il Torino supera con 2 gol il Parma.

    GUARDA LA PUNTATA
  • TGR SCIENZE

  • IL TELEGIORNALE SCIENTIFICO DELLA TGR, IN ONDA DAL LUNEDI' AL VENERDI' ALLE 14.50. IN OGNI PUNTATA UN VIAGGIO NEL MONDO DELLA SCIENZA 


    ARCHIVIO VIDEO
  • Economia e finanza

  • TELEGIORNALE ECONOMICO 
    DAL LUNEDI' AL VENERDI' ORE 15.05

    ARCHIVIO VIDEO
  • ARCHIVIO TGR WEB

  • L'archivio degli approfondimenti di attualità curati dal sito internet della Tgr Rai

    inchieste

    GUARDA LE INCHIESTE DEL TGR WEB

    fotogallery

    GUARDA LE PHOTOGALLERY

  • BELLITALIA

  • SABATO DALLE ORE 11.00 ALLE ORE 11.30

  • PRODOTTO ITALIA

  • SABATO DALLE ORE 11.30 ALLE ORE 12.00

  • DIRETTA STREAMING

  • AMBIENTE ITALIA

    SABATO DALLE ORE 12.55 ALLE ORE 13.50

  • PREMIO LA GIARA

  • VITE A PERDERE

  • STORIE DI FEMMINICIDI

    Vite interrotte per la violenza di un compagno, un conoscente, uno sfruttatore. La rubrica "Vite a perdere", curata da Alvaro Fiorucci per il Tgr Umbria, ripercorre i più eclatanti casi di femminicidio nella regione del Centro Italia.

    GUARDA I SERVIZI
  • SPORTELLO SALUTE

  • Sportello Salute, a cura di Paola Aristodemo, è una rubrica di servizio sulla sanità regionale del Lazio. Per proporre argomenti e aprire un dialogo con la redazione, gli utenti possono scrivere all'indirizzo di posta elettronica sportellosalute@rai.it .

    GUARDA I SERVIZI
  • SBARRE

  • Palermo, Bari, Catania, Roma, Milano: in ciascuno dei più importanti centri abitati d’Italia esistono quartieri difficili, quelli che una volta si chiamavano sobborghi. Porzioni di città in cui vigono norme molto diverse da quelle che regolano la vita civile: dominano criminalità, violenza, furti, droga, degrado e solitudine. Un viaggio di Angela Trentini attraverso i quartieri difficili, e poi fin dentro le carceri che finiscono per ospitare molti degli abitanti di quegli stessi quartieri.

    GUARDA IL VIDEO
  • DITELO AL TGR

  • È lo spazio che accoglie le vostre video segnalazioni, le vostre video denunce, le immagini che raccontano i disservizi nel vostro comune, ciò che non funziona o funziona male nella realtà che vi circonda. Fate click sulla pagina della vostra regione, cercate Buongiorno Regione, troverete i servizi del telegiornale regionale che approfondiranno le vostre denunce e tenteranno di rispondere alle vostre domande.

  • GUARDA I VIDEO DELLA TUA REGIONE