27/09/2020
03/09/2009

Virus A in Italia.                
Segnali contrastanti

Ce l'ha fatta il 24enne di Parma, primo caso grave in Italia. Ancora in fin di vita il paziente del Cotugno. La Cina inizia a produrre il vaccino

Sta meglio il giovane 24enne ricoverato a Monza per il virus H1N1. Le sue condizioni migliorano, come dimostra l'ultimo esaqme risultato negativo.
Meno confortanti le notizie che arrivano da Napoli. L'uomo di 51 anni napoletano, ricoverato al Cotugno resta grave.
L'uomo era stato ricoverato martedì sera nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Cotugno di Napoli, dove il paziente, risultato positivo al test del virus H1N1, era stato trasferito d'urgenza, dopo un iniziale ricovero in un altro nosocomio. Ricoverato in terapia intensiva, per i medici le sue possibilità di sopravvivenza sono minime. Intanto sei nuovi casi sospetti a Napoli.

NUOVO CASO SU UNA NAVE DA CROCIERA ITALIANA. Allarme per la nuova influenza sulla nave da crociera, giunta stamattina alle 7.40 al porto di Savona e sulla quale tre passeggeri sono gia' in terapia perchè sospettati di avere contratto il virus A/H1N1, mentre altri 16 sono in isolamento sanitario e costantemente monitorati dal personale sanitario di bordo.
Il comandante della nave, appena giunto in porto, ha richiesto tramite i carabinieri, l'intervento del personale sanitario del 118.

ALLERTA NEL MONDO DEL CALCIO. La nuova influenza può colpire anche il mondo del pallone. Il calcio presenta alte percentuali di rischio di contagio. E' l'allarme lanciato dal medico della Nazionale di calcio e presidente dell'associazione dei medici del calcio Enrico Castellacci. "Mi sto attivando per una riflessione che ci porti a verificare se dobbiamo adottare delle misure, e quali", ha affermato il dottore dal raduno dell'Italia a Coverciano.


LA CINA PRODURRA' UN VACCINO. Anche la Cina ha approvato la messa in produzione di un vaccino contro l'influenza A/H1N1. A differenza dei grandi laboratori occidentali che hanno puntato sulla realizzazione di un farmaco diviso in due dosi, il vaccino sviluppato dalla cinese Sinovac sarà monodose.

NESSUN ALLARMISMO. Il ministro della Salute Ferruccio Fazio rassicura: nessun allarmismo sull'influenza A. "Non è il caso di fare allarmismo nè di adottare nuove misure per prevenire il contagio. Quelle che abbiamo già preso e che stiamo prendendo sono sufficienti". La campagna di vaccinazionie non sarà rivista. "Non c'è nessun motivo per farlo - afferma il ministro. La campagna inizierà il prossimo 15 novembre e sarà destinata in un primo momento (1,6 milioni di dosi di vaccino) a tutti gli operatori del settore sanitario, mentre gli altri 7 milioni di dosi dovranno essere distribuiti tra le categorie a maggior rischio. A gennaio poi saranno vaccinati i ragazzi fino a 27 anni di età".

NUMERI UTILI. Il ministero della Salute ha attivato il numero gratuito 1500 per fornire informazioni sulle misure di prevenzione e profilassi. Rispondo professionisti sanitari formati per aiutare a riconoscere i sintomi e identificare i possibili rischi. Da quando è attivo ha già ricevuto oltre 35 mila chiamate.


IL CONSIGLIO: LAVARSI LE MANI SPESSO. "Applicare sapone a sufficienza sino a ricoprire la superficie delle mani". È la prima regola del dossier sulla misura anti-influenza più efficace che si può reperire sul sito del ministero. La guida consiglia di dedicare tra i 40 e i 60 secondi all`operazione. Alla fine, si spiega, bisogna "asciugare le mani con una salvietta monouso" da usare anche per chiudere il rubinetto, per poi essere buttata via.