15/12/2019
22/07/2009

Asia
eclissi totale

L'Asia è piombata oggi nel buio per l'eclissi di sole più lunga del 21° secolo. L' evento è stato osservato da milioni di persone in tutto il continente

L'Asia è piombata oggi nel buio per l'eclissi di sole più lunga del 21° secolo. L' evento è stato osservato da milioni di persone in tutto il continente.
Dai villaggi dell'India del nord alla metropoli di Shanghai sulla costa orientale della Cina, la gente ha guardato, ballato, ha accompagnato con urla e applausi lo sparire ed il riapparire del sole. In alcuni casi, come a Shanghai, ha imprecato e maledetto le nuvole che hanno coperto lo straordinario
spettacolo che, secondo gli astronomi, non si ripeterà almeno per i prossimi 120 anni.
La luna ha cominciato a muoversi oscurando il sole all'alba sull'India occidentale, poco a nord della metropoli di Mumbai. L'eclissi è stata visibile in una fascia larga 250 chilometri che attraversa tutta l'Asia, compresi i due Paesi più popolosi del mondo, l' India e la Cina.
Molti in India non hanno cercato di osservare l'eclissi, insieme ai milioni di curiosi, ma si sono rinchiusi in casa. La mitologia Hindu, infatti, ritiene che l'eclisse sia provocata da un drago che mangia il sole e c'è chi ha avuto paura. Migliaia di Hindu, comunque, hanno approfittato per bagnarsi nel fiume Gange pratica che, quando effettuata in occasioni speciali, consente di lavarsi dei peccati. A Varanasi la ex Benares indiana citta' sacra dell'induismo, due persone sonno morte nella calca che si è creata sulle rive del Gange, tra la folla che voleva vedere l’eclissi. Secondo la polizia una persona è morta per annegamento mentre si bagnava nel fiume, le cui acque sono alte a causa dei monsoni, mentre una seconda è stata schiacciata dalla folla. L'incidente è accaduto su una stretta scalinata d'accesso adiacente le rive del fiume sacro, dove la gente si era accalcata per assistere allo spettacolo. Tra i feriti, cinque sono gravi. Un'altra credenza che si è diffusa è che i "raggi" dell'eclisse possano essere dannosi per le donne incinte, e provocare malformazioni al feto.
Nello stato del Punjab le scuole hanno aperto un'ora più tardi, per far sì che i bambini non uscissero e non guardassero così troppo a lungo il sole. Intanto, per proteggere turisti e scienziati dalla minaccia dei gruppi maoisti, sono state dispiegate truppe nella zona di Taregna, quella ritenuta migliore per osservare il fenomeno celeste.
La visibilità del fenomeno si è poi mossa verso est e l'eclissi è stata osservata in Nepal, Bhutan, Bangladesh e Birmania.
Infine, la possibilita' di osservare il ''sole nero'' si è presentata agli abitanti di alcune delle isole del Giappone e dei piccoli paesi insulari del Pacifico meridionale.
A Shanghai, la metropoli cinese che era considerata uno dei posti di osservazione migliori, la festa è stata parzialmente rovinata dalle nuvole che hanno ricoperto il cielo, lasciando cadere una pioggia che si è fatta fitta proprio in coincidenza con il momento dell'eclissi totale, dalle 9,35 (le 3,35 in Italia) alle 9,42 locali.
Per quei lunghi sei minuti, la metropoli è caduta in un'oscurità profonda, dando l'impressione che, proprio come dicevano i cinesi nell'antichità, un maligno drago avesse inghiottito il sole.