27/09/2020
07/03/2013

Mps, capo comunicazione suicida

CRONACA – Si è ucciso David Rossi, fedelissimo dell'ex presidente Mussari. Aveva anche la delega per il marketing della banca toscana. Trovato un biglietto: "Ho fatto una cavolata"

mpsDavid Rossi, responsabile della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena si è ucciso gettandosi dalla finestra del suo ufficio a Rocca Salimbeni, sede centrale della banca. Ogni soccorso è stato inutile.

Lo scorso 19 febbraio l'ufficio e l'abitazione del manager erano stati perquisiti nell’ambito delle indagini sul banca condotte dalla Guardia di Finanza e coordinate dalla Procura di Siena. L’uomo però non risultava indagato.

Rossi, 51 anni, considerato uomo vicino a Mussari era rimasto al suo posto anche con la nuova dirigenza. Un sodalizio cominciato dal 2001, quando l'ex presidente di Mps e Abi era a capo della fondazione, azionista di riferimento con il 34,9% del capitale della banca e Rossi era il responsabile della comunicazione dell'ente. Niente lasciava immaginare il drammatico epilogo, ai colleghi che lo avevano contattato anche negli ultimi giorni per le ultime notizie sull'istituto di credito aveva risposto con la stessa cordialità e professionalità di sempre.

Sposato, due figli, era molto conosciuto a Siena. Al suo impegno di dirigente della banca, univa anche quello di vicepresidente del Centro internazionale di Arte e cultura di palazzo Te a Mantova e di membro del Consiglio di amministrazione di Vernice per i Progetti Culturali, società di cui la Fondazione Monte dei Paschi di Siena è unica azionista, creata per sostenere finanziariamente ed organizzativamente grandi eventi.

In un cestino nell'ufficio del giornalista gli investigatori avrebbero trovato un foglietto accartocciato con su scritto: "Ho fatto una cavolata".