30/11/2020
07/11/2012

L'America sceglie ancora Obama

ELEZIONI USA - "Il meglio deve ancora venire" dice un Obama commosso, che interviene dopo aver decretato la sua vittoira in un tweet. A Chicago esplode la festa. La Camera resta repubblicana, i democratici mantengono invece il controllo del Senato

Barack Obama è il 45esimo presidente degli Stati Uniti. Un secondo storico mandato per il primo presidente afro americano nella storia degli States, che promette di cambiare la sua nazione. Con i 9 grandi elettori del Colorado e i 13 della Virginia, il presidente è aggiudicato 332 grandi eletori, grandi elettori, contro i 206 dello sfidante repubblicano Mitt Romney: ne servivano 270 per la vittoria. Non sarebbero dunque stati più decisivi i risultati della Florida e dell'Ohio, considerati fino a ieri Stati chiave. Parità invece tra i due candidati - al momento - sul voto popolare, dopo un iniziale vantaggio del repubblicano. In sostanza la Camera resta repubblicana, mentre i democratici tengono il controllo del Senato. 


Ma negli States è una serata di festa. Alle 5.17 lo stesso Obama si proclama vincitore con un tweet, "Four More Years" e poi, dal suo quartier generale di Chicago, parla alla sua America: "Per l'America il meglio deve ancora venire. Mi sono congratulato con Mitt Romney, lavoreremo insieme per portare avanti il paese", ha aggiunto il presidente, accolto da un'ovazione dei sostenitori che hanno intonato 'Four more years', altri quattro anni. "Torno alla Casa Bianca più determinato", ha sottolineato.

"La nostra economia si sta riprendendo", ha affermato il presidente, promettendo che lavorerà per trovare "quei compromessi necessari a portare il Paese avanti". "Lavorerò con i leader di entrambe gli schieramenti per affrontare le sfide che possiamo risolvere solo insieme", ha aggiunto.

"Io ti amo e l'America ti ama", ha poi detto Obama alla moglie Michelle.