28/11/2020
13/05/2011

Lampedusa:
ancora sbarchi

Sono oltre 1.000 le persone arrivate a Lampedusa su vari barconi avvistati al largo. Ill primo è approdato questa mattina con 166 profughi partiti dalla Libia, tra cui nove donne e quattro bambini. E Maroni torna a criticare l'Europa

Sono oltre 1.000 le persone che stanno arrivando a Lampedus su vari barconi avvistati al largo. Ill primo è approdato questa mattina con 166 profughi partiti dalla Libia, tra cui nove donne e quattro bambini.

Altri due barconi con centinaia di migranti si trovano a circa 30 miglia dall'isola e saranno raggiunti dalle motovedette della Guardia di Finanza. Non si hanno notizie della carretta del mare con 220 extracomunitari a bordo, che  ieri aveva lanciato l'Sos con un telefono satellitare.

Nella zona, di competenza maltese per quanto riguarda i soccorsi, si stanno dirigendo anche alcune unità partite dalla Valletta. Un'altra carretta è stata avvistata mentre si trova ancora in acque libiche, ad oltre cento miglia da Lampedusa.

Altri due gommoni si stanno dirigendo al largo di Pantelleria con alcune decine di persone a bordo, soccorse dalla Capitaneria di Porto e dai Carabinieri.

E del problema immigrazione torna a parlare il ministro dell'Interno Roberto Maroni: "L’Europa non sta facendo quello che si è impegnata a fare", ha detto a margine della festa della Polizia Penitenziaria. "Un mese fa l’Europa aveva deciso di prendere alcune iniziative che ancora oggi non sono state adottate. A Lampedusa continuano ad arrivare profughi dalla Libia, mentre con la Tunisia funziona l’accordo di rimpatrio. In Libia, però, c’è la guerra e finchè dura la guerra arriveranno i profughi, questo è il problema".