27/09/2020
13/10/2009

Due fermi, trovati
cento chili di nitrato

Fermati nella notte un egiziano e un libico. Sarebbero i complici di Mohamed Game, il libico che ieri ha messo a segno un attentato kamikaze alla caserma "Santa Barbara" di via Perrucchetti. "Trovati 100 kg di esplosivo".

Svolta nell'indagine sull'attentato di ieri contro la caserma di Milano.
La scorsa notte sono stati fermati due uomini, uno di nazionalità libica, l'altro egiziano,  ritenuti complici di Mohamed Game 35 anni, che ieri ha fatto esplodere un ordigno all'ingresso della caserma Santa Barbara.



Durante alcune perquisizioni è stata sequestrata un'ingente quantità di un fertilizzante che, se miscelato ad altre sostanze, può permettere di realizzare un ordigno seppur rudimentale.



Secondo le prime indagini, i presunti complici di Game avrebbero avuto ruoli distinti: il libico avrebbe aiutato il connazionale a reperire il materiale esplosivo per l'ordigno; l'egiziano, vicino di casa dell' attentatore, lo avrebbe accompagnato davanti alla caserma.

Intanto, restano gravi le condizioni di Game, che nell'esplosione dell'ordigno ha perso la mani e gli occhi.

Nel pomeriggio a Roma si riunirà il comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica.