27/09/2020
25/09/2009

Blitz contro
i capitali in fuga

Scoperti quasi cinquecento milioni di capitali all'estero. Nel mirino della guardia di finanza anche il ciclista Rebellin e il pilota Liuzzi

Quasi mezzo miliardo di capitali detenuti all'estero illegalmente. E'quanto afferma la Guardia di Finanza, in seguito alle sue ultime operazioni.


Si tratterebbe complessivamente di 4 indagini che vedrebbero coinvolti un imprenditore cagliaritano (settore del calcestruzzo), che avrebbe nascosto oltre 400 mln di euro grazie ad un intreccio fra una decina di societa' con sedi nel Delaware (Usa), Qatar e Guinea.



Inoltre, nel mirino ci sarebbero degli sportivi italiani: un pilota di Formula 1 e un asso del ciclismo. Il campione di ciclismo Davide Rebellin e il pilota di Formula 1 Vitantonio Liuzzi. Il primo avrebbe deciso di Davide Rebellin che avrebbe deciso di custodire i suoi capitali nel Principato di Monaco ma, secondo le indagini svolte dalla Compagnia Gdf di Cittadella (Pd), vivrebbe in realtà molto più in Veneto che a Montecarlo visto che si allena in Italia e non manca a nessuna manifestazione locale di un paese del Padovano.

Liuzzi invece si sarebbe trasferito a Londra, ma continuando ad investire in immobili e barche in italia. Il terzo sportivo sospettato di evasione sarebbe invece Tiziano Sivieri, navigatore di Miki Biasion, ex campione di rally.

Se verrà accertata l’evasione rischiano sanzioni tributarie e penali e, in ogni caso, non potranno avvalersi dello scudo fiscale.