27/09/2020
26/01/2012

Attivisti 'No Tav'
Arresti e fermi
in tutta Italia
Diretta Twitter

L'operazione, scattata in numerose città italiane, tra cui Milano, Torino, Roma e Palermo, ha portato all'emissione di 26 ordinanze di custodia cautelare, in relazione agli incidenti avvenuti la scorsa estate in Val di Susa

Blitz della polizia all'alba contro i No tav. L'operazione, scattata in numerose città italiane, tra cui Milano, Torino, Roma e Palermo, ha portato all'emissione di 26 ordinanze di custodia cautelare, in relazione agli incidenti avvenuti la scorsa estate in Val di Susa, contro la realizzazione della rete ferroviaria Torino-Lione.  I fatti risalgono al 27 giugno scorso quando fu sgomberato il fortino dei No Tav per recintare il cantiere del futuro collegamento ferroviario, e il 3 luglio due manifestazioni confluirono al cantiere di Chiomonte con scontri dal bilancio pesantissimo di centinaia di feriti tra forze dell'ordine e manifestanti.

Lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale i reati contestati per gli incidenti che si verificarono nel cantiere Tav di Chiomonte e in cui rimasero ferite numerose persone tra forze dell'ordine e manifestanti.

Gli agenti hanno perquisito anche l'abitazione di un consigliere comunale di un paese della Valle di Susa, Villarfocchiardo. Il consigliere è Guido Fissore, un attivista del movimento che tra l'altro, alcune settimane fa, accompagnò una scolaresca bergamasca in una visita al cantiere di Chiomonte.

Alcuni attivisti dei no Tav hanno deciso di radunarsi sotto l'abitazione dell'amministratore comunale. La notizia ha fatto il giro della Rete e si è appreso che il cosiddetto "legal team" è già al lavoro per dare assistenza ai fermati.

Clicky