27/09/2020
12/11/2012

Maltempo: Italia spezzata in due
Un uomo trovato morto nella sua auto

CRONACA - Si tratterebbe di una persona anziana travolta dall'acqua a Capalbio mentre si trovava nella sua vettura. E' ancora allerta nubifragi nel Nord e Centro Italia. A Orvieto esonda il Paglia. In Veneto Zaia chiede lo stato di calamità. Treni fermi in Toscana dove è stato chiesto l'intervento dell'esercito. Chiuso anche un tratto dell'autostrada A1

Una donna di 73 anni di Orbetello è stata investita da un'onda mentre era in auto. Soccorsa dal 118 è stata trasferita in gravissime condizioni all'ospedale Misericordia di Grosseto. La Provincia segnala poi alcune persone sui tetti delle loro abitazioni: 3 ad Albinia, 1 nella zona tra Albinia e Marsiliana.

Non si placa l'ondata di maltempo, che continua a imperversare a Nord e nella notte si è diretta verso il centro Italia.
Una pioggia incessante  ha interessato stanotte la parte sud della Toscana in provincia di Grosseto, facendo straripare l'Albegna, lungo tutto il suo corso, ed il torrente Elsa.

Circa 30 persone sono rimaste isolate in provincia di Grosseto dopo le esondazioni. Lo straripamento dei corsi d'acqua ha provocato allagamenti nei comuni di Albinia, Orbetello, Saturnia e Manciano.

E nella zona di Massa Carrara, ci sono oltre 200 evacuati; ci sono problemi di isolamento elettrico e in alcune frazioni del comune di Carrara è vietato l'utilizzo dell'acqua a scopo potabile. Il Corpo Forestale dello Stato ha attivato nella zona un servizio di sorveglianza anti-sciacallaggio. Oggi scuole chiuse nei comuni di Massa e Carrara.

La Sala Operativa Unificata Permanente della Protezione civile indica come critica anche la situazione dell'Albinia, dell'Osa e di altri corsi d'acqua minori. I problemi maggiori a Pitigliano, Sorano, Scansano, Rocca Albegna, Magliano in Toscana.

Situazione difficilissima anche in Umbria. Numerosi smottamenti e allagamenti, tre frane  ed esondazioni  lungo la valle del Nestore e nella città di Marsciano, dove sono state evacuate famiglie dalle loro abitazioni. Esondazioni del fiume Paglia si sono verificate nella zona di Orvieto, dove il sindaco ha chiuso le scuole. Colpita dall'ondata di maltempo anche la Tuscia, nel Lazio. La situazione più delicata riguarda il fiume Fiora, esondato a Montalto Marina, su cui si stanno concentrando le attenzioni di Vigili del fuoco, Protezione civile e Polizia provinciale.

Intanto, in Veneto il governatore Luca Zaia ha annunciato che ''La Regione si attiverà anche formalmente per chiedere lo stato di calamità'' non appena i sindaci dei territori colpiti forniranno ''un puntuale monitoraggio dei danni''. E a Venezia, l'Istituzione Centro Previsioni e Segnalazioni Maree ha registrato alle ore 9.15 di oggi, al mareografodi Punta della Salute una punta massima di marea di 102 cm sullo zero mareografico.

In Friuli Venezia Giulia le intense piogge hanno causato allagamenti e mareggiate. Ora la situazione è in via di miglioramento e si cominciano a contare i danni.