21/09/2020
28/11/2012

Tromba d'aria investe Taranto 
20 feriti e un disperso all'Ilva

CRONACA - Un autentico tornado ha investito l'Ilva di Taranto provocando il crollo di una ciminiera. 20 persone sono rimaste ferite e c'è un disperso. Ed è allarme in 7 regioni per pioggia e venti forti. Preoccupa in particolare la situazione in Toscana nelle zone duramente colpite il 12 novembre scorso

Danni si sono verificati questa mattina all'Ilva di Taranto a causa del maltempo che si è abbattuto sulla città. Una tromba d'aria ha provocato il crollo del camino delle batterie 1 e 2 dello stabilimento Ilva di Taranto. Sono caduti diversi quintali di cemento e vi sono alcuni feriti. La direzione ha disposto immediatamente l'evacuazione dello stabilimento. Sul posto ci sono diverse ambulanze, mezzi dei vigili del fuoco, carabinieri e polizia.

Un operaio risulta disperso. Secondo quanto si apprende dai vigili del fuoco, l'uomo era al lavoro nella cabina di una gru finita in mare dopo la tromba d'aria. Altre 20 persone hanno riportato ferite lievi.

E' arrivata la perturbazione 'Medusa ed è allarme maltempo in 7 regioni per pioggia e venti forti. Nevica sulle Alpi di Nord ovest dove il Colle della Maddalena è chiuso, dalle prime ore di stamattina, a causa di una forte nevicata nelle alte valli Stura, nel cuneese. Difficoltà per i collegamenti con la Francia per la chiusura del Colle del Tenda, bloccato per tre notti per le operazioni di bonifica del lago. 


Torna la paura in Toscana. Ad essere colpite nella notte le zone che già erano state interessate dall'alluvione di due settimane fa, la provincia di Massa Carrara e il Grossetano. Nella notte è rimasta interrotta la linea ferroviaria Pisa-Genova e la strada statale Aurelia nei pressi di Carrara. Le esondazioni dei torrenti Parmignola e Carrione hanno provocato danni e allagamenti 28 le persone che hanno dovuto lasciare le abitazioni. A Carrara allagato anche il centro storico.

Problemi anche a Massa, soprattutto in Lunigiana dove ha esondato il torrente Lucido in località Monzone. Allagamenti e danni anche nel grossetano. Ad Albinia, particolarmente colpita dall'alluvione del 12 novembre scorso, alcune famiglie sono già state fatte evacuare per precauzione dalle loro abitazioni. Allagamenti a Grosseto dove piove da questa notte.

Acqua alta a Venezia ma inferiore alle previsioni. La punta massima di marea sul medio mare, alle 9.45, è stata di 103 centimetri contro una previsione di 120. Rimane comunque l'allerta per la tarda serata quando, a causa di un intensificarsi del vento di scirocco, è prevista una marea di 130 centimetri intorno alle 23.30. Vento forte e pioggia anche a Napoli dove uno scirocco forza 8 ed un mare molto mosso (forza 5-6) ha di fatto bloccato tutti i collegamenti marittimi nel Golfo.