27/09/2020
07/10/2009

"Assolti per non aver
commesso il fatto"

Assolti per non aver commesso il fatto l’ex capo della Polizia De Gennaro e l’ex dirigente Digos Mortola accusati di aver indotto alla falsa testimonianza l’ex questore di Genova Colucci in riferimento all’irruzione alla Diaz

Assolti per non aver commesso il fatto l'ex capo della Polizia Gianni De Gennaro e l'ex dirigente della Digos di Genova Spartaco Mortola accusati di aver indotto alla falsa testimonianza l'ex questore di Genova Francesco Colucci in riferimento all'irruzione della Polizia nella scuola Diaz durante il G8 del 2001. Mentre Colucci è stato rinviato a
giudizio.
 
Lo scorso luglio il pm Enrico Zucca e Francesco Cardona Albini titolari dell'inchiesta avevano chiesto due anni di reclusione per De Gennaro e un anno e quattro mesi per Mortola. Secondo le accuse, i due avevano spinto l'ex questore di Genova a rendere falsa testimonianza ai giudici genovesi in merito all'invio dell'ex responsabile delle comunicazioni della polizia Roberto Sgalla alla scuola Diaz la notte della sanguinosa irruzione nel luglio del 2001, durante il vertice G8. Colucci avrebbe sostenuto in un primo tempo di avere ricevuto da De Gennaro l'ordine di inviare Sgalla alla scuola Diaz, per poi negare tutto in un secondo tempo. Fu una telefonata tra Mortola e Colucci intercettata dagli inquirenti a dare avvio all'inchiesta-stralcio.
L'ex capo Gianni De Gennaro non era presente alla lettura del dispositivo mentre è in aula Spartaco Mortola.
 

"Siamo molto soddisfatti per l'esito della sentenza, ma anche per la serenità con cui si è svolto il processo", ha detto l'avvocato Carlo Biondi, difensore, insieme a Franco Coppi, dell'ex capo della polizia. "E' stata riconosciuta - prosegue il legale - l'estraneità e l'assenza di qualunque interesse o movente per De Gennaro di fare modificare la versione dei fatti di Colucci".
E soddisfazione viene espressa anche da componenti della maggioranza e del governo.
 
Critica la posizione della difesa. Laura Tartarini, avvocato di parte civile, commenta: "La cosa non ci stupisce ma non si capisce dove, come e perchè il questore Colucci abbia deciso di fare una falsa testimonianza senza essere indotto: ci sono intercettazioni telefoniche dove Mortola istruisce Colucci; come il giudice possa aver ritenuto che non ci fossero le prove di induzione alla falsa testimonianza lo scopriremo nelle motivazioni".