30/11/2020
01/12/2012

Renzi: “Se vince Bersani nessuno griderà ai brogli”

POLITICA - Il segretario Pd:” Da lunedì deve partire il lavoro di una grande squadra”. Il sindaco di Firenze via twitter : “Vediamoci a Milano per un caffè e invitiamo alla serenità”

renzi“Se vince Bersani nessuno griderà ai brogli”, dichiara Matteo Renzi nel corso di un'intervista con Gad Lerner. Dopo le scintille di ieri la vigilia delle primarie, in casa Pd,  è nel segno della distensione. Il segretario del partito democratico e il sindaco di Firenze hanno continuato anche oggi il loro tour elettorale e a Milano si sono quasi incrociati. Renzi ha addirittura  invitato via twitter Bersani a prendere insieme un caffè, visto che si trovavano nella stessa città. “Oggi non ce la facciamo - è stata la risposta - ma presto anche un pranzo. Siamo tutti una grande squadra”.

“Comunque vada domani non parlerò di brogli”, annuncia il sindaco di Firenze. “Sulle regole Matteo ha opinioni diverse ma sono sicuro che in queste ore maturerà l'intenzione di rispettarle - osserva Bersani - Penso che questa sia la nostra chiave: andare a votare dentro le regole. Matteo, io e tutti vorremmo fare di domani una grande giornata di festa per la democrazia”.

Naturalmente entrambi i due candidati insistono sulle loro parole d'ordine. Renzi si appella ai suoi: “venite con noi se volete un cambiamento radicale”.  Del resto non ci sta a farsi dire che le regole non le rispetta e dei bersaniani dice sono moralisti senza morale. Del resto la sfida è sfida e le deve tentare tutte il “rottamatore” per strappare la leadership che almeno sulla carta ha ancora in mano Bersani. Dal canto suo il segretario chiede un stop alle polemiche e ribadisce: “le mie priorità sono moralità e lavoro. E da lunedì deve partire il lavoro di una grande squadra”.