27/11/2020
08/03/2013

Napolitano: la crisi non aspetta,
l'Italia si dia un governo

ROMA - Lo ha detto il presidente Giorgio Napolitano, parlando questa mattina al Quirinale in occasione della celebrazione della Giornata Internazionale della donna. Il capo dello Stato invita nuovamente le forze politiche a trovare un accordo che garantisca la governabilità

"I problemi urgenti e le questioni di fondo che riguardano l'economia, la società, lo Stato, non possono aspettare, debbono ricevere risposte e dunque richiedono che l'Italia si dia un governo ed esprima uno sforzo serio di coesione". Lo ha detto il presidente Giorgio Napolitano, parlando questa mattina al Quirinale in occasione della celebrazione della Giornata Internazionale della donna. Anche perché, ha aggiunto, tutti i problemi acuiti dalla crisi "si ripercuotono nella vita quotidiana della gente, e per le famiglie più disagiate drammaticamente". Il capo dello Stato invita nuovamente le forze politiche a trovare un accordo che garantisca la governabilità.

"Siamo sempre riusciti a superare i più acuti momenti di crisi e rischi di scontro sul piano istituzionale: dobbiamo riuscirci anche questa volta", ha sottolineato Napolitano.

"Questa cerimonia cade in un momento complicato per il nostro sistema democratico e per il
nostro Paese". Ha sottolineato Napolitano. "Lasciatemi osservare che il mio settennato non è
mai stato al riparo da tensioni e da bruschi alti e bassi".

Il presidente della Repubblica, dopo aver augurato ai prossimi presidenti delle camere e del futuro governo "di adempiere con passione e serietà al proprio incarico", ha aggiunto: "Sarebbe auspicabile e costituirebbe un segnale positivo per chi guarda all'Italia che le scelte relative, appunto, ai vertici delle istituzioni rappresentative, avvenissero in un clima disteso e collaborativo".